Lunedì lettera aperta all’assessore Gucciardi per chiedere l’immediato avvio del centro Neurolesi al Busacca

Il documento sarà firmato dall'amministrazione, dal consiglio, dalla senatrice Padua e dall'on. Ragusa

82
La conferenza stampa al Comune
-Pubblicità-

SCICLI – Ospedale Busacca, prima il sopralluogo, poi il Consiglio comunale, infine una conferenza stampa, a palazzo di città, al termine della quale è stato deciso di inviare una lettera aperta all’assessore regionale alla Sanità, Baldo Gucciardi. Il documento sarà inviato nella giornata di lunedì, si chiederà l’immediato avvio delle attività della sede satellite del Centro Neurolesi ‘Bonino Pulejo’ di Messina al Busacca di Scicli. Alla conferenza stampa, tenuta dal vicesindaco di Scicli Caterina Riccotti, hanno preso parte il  presidente del Consiglio comunale Danilo Demaio, la senatrice Venerina Padua e l’on. Orazio Ragusa. C’è stato un colloquio telefonico, in viva voce, con l’assessore regionale Gucciardi. E’ stata espressa preoccupazione “per i ritardi che continuano a registrarsi”. I presenti alla conferenza non hanno escluso eclatanti azioni di protesta, con il coinvolgimento della comunità.

L’on. Orazio Ragusa nel suo intervento ha parlato di “inaccettabili ritardi” legati all’apertura del centro di neuroriabilitazione. “Per motivi non ancora ben chiari, che mi hanno spinto pure a richiedere l’intervento dell’Anac- dice l’on. Ragusa – il direttore generale Maurizio Aricò non ha ancora dato il via libera all’attivazione dei posti letto e, più in generale, al funzionamento della struttura”. Non tarda la risposta dell’Asp7.

In una nota il manager Maurizio Aricò scrive: “si ribadisce la assoluta e piena volontà ad avviare le attività del programma di collaborazione con l’IRCCS, che è già da tempo nella facoltà di avviare il trasferimento di apparecchiature, le attività assistenziali specialistiche, il reclutamento e il programma di formazione del personale; attività queste che sono completamente di pertinenza dell’IRCCS stesso. Il Direttore Generale garantisce la sua piena disponibilità ad adoperarsi- conclude la nota– perché le attività dell’IRCCS inizino sin dai prossimi giorni, nelle more della consegna anche della restante parte dei locali dedicati”.