Preso il responsabile della rapina alla fioraia di Scicli

Si tratta di Gianluca Agolino, Sottoposto a fermo di indiziato di delitto Gianluca Agolin

152
-Pubblicità-

SCICLI – Aveva puntato un coltello alla gola di una fioraia di Scicli, facendosi consegnare la somma di 400 euro e poi era fuggito via. E’ stato fermato dai carabinieri Gianluca Agolino di 40 anni. I militari dell’arma sulla base di un preciso identikit, lo hanno cercato, per alcuni giorni, fino a individuarlo e renderlo innocuo.

Nella foto Gianluca Agolino

L’uomo, che aveva messo a segno la rapina domenica scorsa, in una fioreria di contrada Mendollili, a poche decine di metri dal cimitero, è stato avvistato stamattinna, intorno alle 7.30, da una pattuglia in via Bixio. L’uomo è stato trovato in possesso di alcuni accendini e di una scatola di cartone contenente paglia e fogli di giornale che stava per utilizzare per incendiare un veicolo in sosta. Agolino è stato sottoposto a perquisizione personale, addosso aveva anche di un coltello.

E’ stato ammanettato e condotto in caserma dove è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto per il reato di rapina aggravata. L’arrestato è stato condotto nel carcere di Ragusa. Gli inquirenti considerano Gianluca Agolino un soggetto pericoloso che in passato si era reso responsabile di gravi reati.

Agolino da alcune settimane era uscito di galera dove era arrivato un anno fa quando venne arrestato poiché, dopo essere evaso dai domiciliari, aveva forzato la recinzione dell’autoparco comunale di Scicli e, con del liquido infiammabile, aveva incendiato quattro autovetture di servizio della locale polizia municipale. Appena qualche giorno prima di quell’episodio invece, era stato arrestato per un’altra rapina compiuta ai danni di un tabacchi di Sampieri. Due anni prima era stato arrestato dopo che aveva dato fuoco, con della benzina, ad un’auto dei carabinieri con dei militari a bordo.