Finiscono nelle celle frigorifere del cimitero di Scicli le salme di due migranti giunti oggi a Pozzallo

Guaste quelle del cimitero di Pozzallo

289
-Pubblicità-

SCICLI – Sono di due uomini, dell’apparente eta’ di 25 anni, i due cadaveri condotti oggi a Pozzallo dalla nave Gregoretti. Secondo la prima ispezione cadaverica fatta dal medico legale Enzo Santoro, nella camera mortuaria del cimitero di Pozzallo, i due giovani africani sono morti per asfissia da annegamento. Le salme sono state trasferite nel cimitero di Scicli dove sono state sistemate nelle celle frigorifere. Il trasferimento al campo santo di Scicli è stato necessario perché le celle frigorifere del cimitero di Pozzallo sono guaste. Il sindaco di Scicli, Enzo Giannone, alla richiesta di ospitare i due corpi ha risposto prontamente.

Degli altri 252 migranti arrivati, undici donne sono state ricoverate in ospedale perché in gravidanza e un’altra, che aveva partorito da poco una bambina, per complicanze. Ricoverati anche 4 uomini per malesseri e traumi.