La ‘Vigata’ di Andrea Camilleri spopola, piace l’allargamento della ZTL

Via Aleradi e le viuzze attorno aumentano l’interesse dei turisti

1839
Via Aleardi, Scicli
-Pubblicità-

SCICLI –  In giro per la “Vigata” di Andrea Camilleri, ammirando le bellezze artistiche e monumentali del centro storico. Chi è un abituè di Scicli si è accorto che la cosiddetta zona barocca si è allargata con l’istituzione di nuove zone a traffico limitato. Non solo Via Penna, anche via Aleardi e le viuzze intorno sono off limits per auto e scooter.

Dallo scorso 1 giugno turisti e visitatori potranno godersi un’altra importante porzione dell’oro barocco. Quella di creare una nuova Ztl è stata una scelta difficile per gli amministratori ma (forse) alla fine darà risultati in chiave turistica. Solo l’auto del commissario Salvo Montalbano può transitare su via Penna e nelle viuzze sotto il quartiere Carmine. Un privilegio del commissario più famoso d’Italia. Si passeggia in piena tranquillità, si percorre la via Aleardi si guardano le chiese che insistono in questa parte del centro storico, si ammirano i palazzi gentilizi divenuti oggi alberghi di lusso fra affreschi alle volte ed opere degli artisti del Gruppo di Scicli con quelle di Piero Guccione e Franco Sarnari in testa.

Turisti a passeggio in via F.M.Penna (Foto SVN)

La scorsa domenica più di dieci pullman hanno condotto sui luoghi di Montalbano decine e decine di turisti. Naso all’insù e tanta curiosità per ammirare lo spettacolo del barocco. “Una sperimentazione che, in questi primi giorni, si sta rivelando di grande successo – spiega il sindaco Vincenzo Giannone – con l’iniziativa, che al momento vogliamo definire sperimentale, siamo andati a completare il percorso turistico nel centro storico della città. Un circuito che ruota attorno alla zona bassa della città e che allargheremo verso il palazzo Beneventano, la piazzetta Dandolo e la via San Vito verso l’area del parco di San Matteo. In via Aleardi abbiamo nuove attività commerciali, ricettive e culturali con gallerie d’arte che hanno creato un circuito turistico di grande interesse”.

Dagli operatori turistici, la scelta di pedonalizzare questa parte del centro storico è considerato un valore aggiunto alla bellezza dei luoghi.