Atletico Scicli e Per Scicli pronte per un’altra brillante stagione

Le società si muovono sottotraccia

327
Stadio comunale "Ciccio Scapellato" Scicli
-Pubblicità-

CALCIO- Atletico Scicli e Per Scicli in apparenza sembrano ferme per programmare la prossima stagione agonistica. I due sodalizi, reduci da una stagione brillante, che li ha visti fino alla fine giocarsi la promozione in serie superiore, attraverso i play off, si muovono sottotraccia. In casa Atletico Scicli, dopo le dimissioni a fine stagione di Angelo Tasca, si è puntato su un nome collaudato:Pino Rosa già nel gruppo di lavoro dello scorso anno. A Lui il presidente Peppe Arrabito si affida per ripetere le gesta dello scorso campionato culminato con la disputa dei play off.  Squadra giovane con innesti di esperienza,  è questa la direttrice su cui lavorerà la società che non perde di vista le risorse locali.

“Non posso che continuare a dire grazie-esordisce il presidente Peppe Arrabito- a tutto il gruppo di lavoro, capace di accontentare senza tanto faticare ciò che avevo chiesto, una stagione spumeggiante terminata con la conquista dei play off. Quest’anno cercheremo di ripetere quanto fatto vedere lo scorso campionato; vedremo se riusciremo a migliorarci. Per il momento ci stiamo guardando attorno per vedere le mosse da fare. Intanto-prosegue Arrabito– ci siamo assicurati un allenatore competente, capace, molto bravo a lavorare con i giovani. Pino Rosa è stato il nome giusto per questa squadra di giovani. Era lui l’erede naturale di Tasca con cui ha lavorato la scorsa stagione. Ai nostri sostenitori posso assicurare il massimo impegno”.

In casa Per Scicli non si è di meno, anche qui si lavora in silenzio per programmare la stagione 2017-2018.  La società, guidata dalla presidente Rossana Donzella, ha messo un punto fermo bloccando Giovanni Agosta, prima che qualche altra squadra lo facesse suo.  E’ su di lui che l’instancabile Maurizio Manenti punta per il futuro. Agosta riesce a motivare i giovani riuscendo a tirare il massimo da loro. Ci sarà tanto da faticare per riuscire a ripete il piazzamento dello scorso anno. L’impegno e le qualità non mancano.