Bilancio, si dimette a sorpresa il presidente dei Revisori dei Conti Gioacchino Guarrera. Cosa succede a palazzo di città?

L’opposizione mette all’indice l’assessore Giorgio Vindigni

1571
Palazzo comunale di Scicli (Foto SVN)
-Pubblicità-

SCICLI – Bilancio consuntivo 2016 e previsionale 2017-2019, è tutto in alto mare. L’approvazione al 30 aprile scorso non c’è stata; oggi sull’importante strumento economico –finanziario c’è solo tanta confusione. L’assessore al Bilancio, Giorgio Vindigni, sembra sfuggire alle domande, si mostra poco reattivo alle sollecitazioni, quando, invece (forse) sarebbe necessario prendere la situazione di petto. A rendere lo scenario ancora più nebuloso le dimissioni a sorpresa del presidente del Collegio dei Revisori dei Conti, Gioacchino Guarrera. Giovedì sera ha abbandonato palazzo Palle comunicando le sue dimissioni al termine di un incontro della Terza Commissione sull’argomento Bilancio. Cosa ha indotto Guarrera alle dimissioni? I sei consiglieri di opposizione (Rita Trovato, Mario Marino, Marianna Buscema, Claudio Caruso, Enzo Giannone e Concetta Morana), in un comunicato stampa, si soffermano sulla questione Bilancio e sulle dimissioni del presidente dei Revisori dei conti. I sei consiglieri comunali sottolineano che “con il Presidente e il Collegio sono state analizzate alcune delibere di giunta in merito a contributi erogati per l’organizzazione di feste quali il Carnevale, la Cavalcata, la Pasqua, le Milizie e altre delibere, tutte non corredate dell’impegno di spesa necessario per la regolarità, a distanza, per alcune manifestazioni, di parecchi mesi dalla loro conclusione. Tra queste anche alcune delibere emanate con somma urgenza, già eseguite dalle ditte richiedenti , la cui copertura finanziaria  doveva essere autorizzata dal Consiglio Comunale con approvazione entro trenta giorni, ma che le stesse, ad oggi, non risultano avallate”.

L’opposizione si augura che “le dimissioni del Presidente Guarrera- non siano anche condizionate da una visione discordante nel modus operandi della Giunta Giannone e dell’assessore al ramo Vindigni. Abbiamo visto, infatti, una serie di delibere dell’amministrazione che non hanno trovato l’avallo dei  revisori che hanno portato in un caso anche alla revoca in autotutela di alcune cose precedentemente approvate”. Gli stessi consiglieri ribadiscono che “l’Ente si trova in una complessa e grave situazione economico-finanziaria. Ci auguriamo – concludono i consiglieri di opposizione – che al più presto si possa avere contezza del bilancio comunale”