Non si risolve il problema dell’acqua a Donnalucata e Playa Grande, in azione le autobotti

L'erogazione idrica avviene solo nelle zone basse

710
-Pubblicità-

SCICLI -L’erogazione dell’acqua potabile nelle condutture di Donnalucata e Playa Grande non è ripresa alle ore 15 di oggi. C’è stato un ritardo di quasi due ore. Il problema della penuria d’acqua è rimasto nonostante gli operai del Comune hanno lavorato giorno e notte per sostituire un ampio tratto di condotta idrica comunale. I disagi si sono prolungati per i cittadini delle due zone rivierasche. Il sistema di distribuzione dell’acqua nelle condutture non funziona come dovrebbe, spiegano dal Comune. La pressione non è abbastanza per fare arrivare l’acqua dappertutto. Chi abitata nella parte bassa di Donnalucata riesce a ricevere nei serbatoi il prezioso liquido, chi invece abita nelle zone alte resta a secco. Il problema già da ieri ha messo in ginocchio gran parte dei residenti, costretti a fare i conti con i recipienti vuoti. Per risolvere il problema necessiteranno ancora diverse ore e questo ha spinto il Comune a posizionare un’autobotte in contrada Torre Saracena per consentire l’approvvigionamento idrico per gli abitanti della zone alte di Donnalucata. “Per il perdurare di problemi e rallentamenti nell’approvvigionamento idrico-riporta una nota del Comune-, l’autobotte stazionerà fino alle 20.30 di stasera e dalle 7.30 alle 13.30 di domattina giovedì per fornire gli utenti muniti di bidoni”. Problemi d’acqua anche a Playa Grande. In questi giorni anche i titolari delle attività commerciali stanno facendo i conti con la mancata d’acqua nei rubinetti. Siamo ancora ad inizio stagione, si spera che i problemi idrici non aumentano con l’arrivo di luglio e agosto.