Fuori controllo la gestione dei siti culturali, un bel guazzabuglio!

Stagione estiva a rischio?

785
Via F.M. Penna (FOTO SVN)
-Pubblicità-

SCICLI – Rimane irrisolta la gestione dei siti culturali. Mentre flotte di turisti arrivano in città per visitare i luoghi de “Il Commissario Montalbano” e le bellezze architettoniche che l’anello barocco offre, i più importanti siti culturali sono senza una guida. Diventa più complicata del previsto la questione dei siti culturali del Comune di Scicli. Ora anche l’Associazione Tanit, unica rimasta in graduatoria, rinuncia all’incarico.  Lo fà in modo ufficiale con una lettera di non accettazione fatta già recapitare a palazzo di città.  Sarebbe troppo oneroso il bando di gara del Comune. E allora? Adesso l’amministrazione comunale sarebbe chiamata ad indire un nuovo bando di gara e dati i tempi di espletamento c’è da credere che la stagione estiva è a rischio. In settimana abbiamo chiesto all’assessore alla Cultura Caterina Riccotti di darci notizie precise sulla gestione  dei siti. Con garbo ci ha rimandato alla prossima settimana, quando “ci saranno delle novità”. L’assessore Riccotti starebbe lavorando ad un piano di emergenza, e vorrebbe coinvolgere alcuni dipendenti interni del Comune. Quale situazione al momento? Sembra si stia supplendo con qualche dipendente comunale incaricato di far entrare i visitatori gratuitamente. Questo succede al municipio per la Stanza del Sindaco e per Palazzo Spadaro, in orari d’ufficio. Santa Teresa rimane chiusa. Un bel guazzabuglio in un periodo d’oro per Scicli sul piano dell’immagine e del turismo.