Piano di Riequilibrio e Bilancio: Mario Marino punta l’indice sull’assessore Giorgio Vindigni

"E' ancora tutto in alto mare

1329
-Pubblicità-

SCICLI – “C’è il serio rischio che il Consiglio non si possa pronunciare sul Rendiconto Finanziario 2016, che, per legge, doveva essere approvato in Consiglio Comunale entro e non oltre il 30 aprile scorso, prima del probabile arrivo del Commissario ad Acta”. Il consigliere comunale Mario Marino torna a ribadire di temere l’arrivo del tecnico inviato dalla Regione “che segnerebbe la sconfitta per tutti”. Marino manifesta maggiore preoccupazione anche alla mancata predisposizione ed approvazione del Piano di riequilibrio finanziario, “sul quale sono ormai aggrappate le speranze di questa città per evitare la sempre più probabile dichiarazione di dissesto”.
La situazione 
finanziaria dell’Ente, secondo Marino, non è affatto semplice e tranquilla, “è molto preoccupante”. Lo stesso consigliere vuole sapere “cosa si è fatto e soprattutto, cosa ancora si può fare, per non far crollare un intero piano finanziario necessario per dare speranza a questa città”.
Marino si rivolge direttamente all’assessore al Bilancio Giorgio Vindigni chiedendogli “perché tutti questi ritardi accumulati nell’approvazione del Piano di Riequilibrio, Rendiconto Finanziario 2016 e Previsionale 2017-2019. Sono sicuro che l’Assessore Vindigni, dopo tutta la sicurezza iniziale, ha finalmente capito la drammaticità e la criticità economica e finanziaria in cui versa l’Ente. Questa amministrazione -conclude Marino- attua la politica dello struzzo che nasconde la testa sotto la sabbia?