Siti culturali, lunedì si parte. Lo ha annunciato il sindaco Giannone in conferenza stampa

"Ad agosto aprirà al pianoterra del Comune il Commissariato di Montalbano" ,

515
-Pubblicità-

SCICLI – Da lunedì saranno aperti al pubblico i siti culturali, rimasti inattivi per quattro settimane. La notizia è stata data dal sindaco Enzo Giannone nel corso di una conferenza stampa, tenuta nella sala giunta di palazzo di città. Alla conferenza c’era anche l’assessore alla cultura Caterina Riccotti e l’assessore  al Bilancio Giorgio Vindigni.
“I siti saranno aperti-ha detto il Sindaco- grazie all’affidamento alla cooperativa sociale di tipo B “Agire”, che impegnerà giovani con differenti abilità, nel segno del turismo accessibile.  Si tratta di un affidamento diretto, consentito dalla legge sugli appalti -data la rinuncia delle due ditte aggiudicatarie- per la durata di tre mesi, e comunque non superiore a 40 mila euro di incasso.
L’affidamento servirà ad affrontare l’emergenza estiva, in attesa di un nuovo bando e una nuova gara di appalto, la cui stesura sarà fatta dopo un incontro che il 21 luglio l’amministrazione terrà con quanti nei siti culturali hanno lavorato in questi anni.
I siti culturali- ha aggiunto il primo cittadino- non hanno mai chiuso. Dopo la rinuncia delle due ditte che avevano partecipato all’appalto, il Comune ha affrontato l’ermergenza grazie al personale comunale, aprendo la stanza del sindaco, il palazzo Spadaro e la chiesa di Santa Teresa anche on demand, oltre che negli orari di apertura degli uffici, e il sabato e la domenica”.
Il sindaco e il vicesindaco hanno infine annunciato che in agosto aprirà al pianoterra del Comune il Commissariato di Montalbano, grazie a un accordo economico raggiunto con la Palomar. Un nuovo tassello che renderà la città meta turistica di primo livello in Sicilia.