Cani killer a Sampieri (2009), la Corte d’Appello di Catania riforma la sentenza di primo grado

Condannati i veterinari dell'Asp 7 Ragusa

540
-Pubblicità-

Catania – La sentenza di primo grado del processo sui cosiddetti cani killer di contrada Pisciotto a Sampieri, quelli che uccisero nel marzo del 2009 il piccolo Giuseppe Brafa di Modica, è stata riformata dalla Corte d’appello di Catania. E’ stata ridotta la condanna all’ex sindaco di Scicli, Giovanni Ventincinque. In primo grado era stato condannato a sei anni e due mesi di reclusione. In Appello è stato condannato a cinque anni e nove mesi. Confermata, invece, la sentenza nei confronti dell’anziano proprietario dei cani, Virgilio Giglio, a quattro anni e sei mesi di reclusione. I  tre veterinari dell’Asp 7 Antonino Avola, Roberto Turlà e Saverio Agosta, che in primo grado erano stati assolti, a Catania sono stati condannati a cinque anni e un mese di reclusione.