Al teatro Xenia di Sampieri la commedia di Plauto “Anfitrione” diventa un musical

Per la rassegna teatrale "La Giara ed il Gelsomino"

180
-Pubblicità-

SCICLI  – L’unica commedia mitologica scritta da Plauto per la prima volta riproposta in chiave musical. E’ il secondo spettacolo della stagione 2017 della rassegna teatrale “La giara ed il gelsomino”, con la direzione di Carlo Cartier e la promozione dell’associazione culturale “Vento”. “Anfitrione”, con la regia di Marco Cavallaro, che ne ha curato anche l’adattamento, divertirà il pubblico del Teatro Xenia del Residence Marsa Siclà a Sampieri venerdì prossimo, 28 luglio, alle ore 21.45. Un musical alle sue prime repliche che accompagnerà gli spettatori nell’ intreccio di avventure di Giove, Alcmena e Anfitrione e di tutti gli altri personaggi della commedia per eccellenza, una delle più conosciute di Plauto, tra recitazione, musica e danza. Le musiche originali sono curate da Matteo Musumeci, figlio del noto Tuccio, i costumi di scena sono di Marco Maria Della Vecchia, le coreografie di Giordani Orchi e la scenografia di Lollo Zollo Art. A portare in scena il tema del doppio, tra equivoci e fraintendimenti, un grande cast composto da Andrea Spina, nel ruolo di Anfitrione, lo stesso Cavallaro che interpreta Sosia, passato poi come nome comune nel linguaggio quotidiano proprio grazie al grande successo che ebbe la commedia, Daniele De Rogatis che è Mercurio, Selene Demaria nelle vesti di Acmena, e le ancelle Chiara Amati, Martina Cenere e Maria Sessa. La storia è nota a tutti: Giove, innamorato di Alcmena, moglie di Anfitrione, impegnato in guerra, e incinta di lui, assume le sembianze dello sposo, con l’aiuto di Mercurio che, per riuscire nell’ inganno, diventa Sosia, servo di Anfitrione. Giove giace così con Alcmena, mettendola incinta a sua volta. Tornato a casa, Anfitrione scopre che un altro sé, durante la sua assenza, ha avuto rapporti con la moglie, la quale, dal canto suo, si dichiara ignara dell’inganno e pertanto indignata dalle accuse di adulterio. Una versione che aggiungerà comicità, pur mantenendo lo stile classico dell’autore originale, con l’umile intento di regalare qualche ora di spensierato divertimento al pubblico presente.