Il maestro Giovanni Sollima e Arianna Art Ensemble sabato 5 agosto in concerto a Scicli

L'evento fà parte del progetto Crocevia

156
Giovanni Sollima
-Pubblicità-

SCICLI – Una residenza d’arte e un concerto in centro storico. Scicli ospita uno dei più acclamati compositori e musicisti internazionali per un evento che si preannuncia già di straordinario impatto emotivo. Il grande maestro Giovanni Sollima approda nella città barocca patrimonio dell’Umanità. Dal 4 al 7 agosto la sua residenza d’arte mentre sabato 5 agosto alle ore 21 suonerà in concerto con l’Arianna Art Ensemble presso il Canale Aleardi. E ispirato dalla città e dal territorio, il 6 e 7 agosto in via Mormina Penna realizzerà un video diretto dal filmaker Nunzio Massimo Nifosì. E’ questo il fitto programma del nuovo appuntamento di “Crocevia”, il festival che sta portando a Scicli, nel Sud Est siciliano, grandi artisti internazionali. E per suggellare questo incontro, insieme allo stesso filmaker, Sollima concepirà un’installazione video-sonora appositamente concepita per il Canale Aleardi.
Il concerto di sabato prossimo 5 agosto, intitolato “The missing link”, è dedicato a Giovanni Battista Costanzi, violoncellista virtuoso, stimatissimo autore di musica sacra, oratori, opere, cantate e capo d’istrumenti per il Cardinale Ottoboni a Roma. “Giovannino del Violoncello” o “Giovannino da Roma”: l’anello mancante della storia del violoncello. Era chiamato così il violoncellista Costanzi i cui “lavori violoncellistici – spiega il maestro Sollima – sono straordinari per l’evoluzione tecnica e virtuosistica unita a forza lirica, espressiva e addirittura visionaria. Il linguaggio è in bilico tra Tartini e Boccherini, passando dalla Scuola Napoletana, alla quale egli fu vicino. In molte delle Sonate i movimenti conclusivi sono costituiti da minuetti, in alcuni casi appena accennati e con la linea di basso costante e che invita a costruire ulteriori variazioni. Questa è la linea l’indizio, che intendo seguire. “Il Mandatario” è il brano che ho composto ispirato appunto da uno dei ruoli che Costanzi ricoprì per il Cardinale Ottoboni, ovvero “il mandatario”, capo d’istrumenti, colui che andava in giro a raccogliere musici per formare le orchestra per le grandi occasioni, un vero e proprio casting!” Durante la loro residenza d’arte Giovanni Sollima e l’Arianna Art Ensemble risiederanno presso il settecentesco Palazzo Conti, in Via Mormina Penna, nel cuore barocco della città iblea.