Lui comasco, lei polacca, sposi a Scicli tra granite e gelati

All'uscita della chiesa la coppia ha subito "consumato" una bella granita siciliana al limone

6425
FOTO SVN
-Pubblicità-

SCICLI – Hanno compiuto più di mille  e 500 chilometri per coronare il sogno della loro vita. Lui comasco, lei polacca, hanno preferito il barocco di Scicli al lago di Como. I due novelli sposi si chiamano Carlo Tomasello e Maddalena Siwak, hanno sopportato più di 38 gradi pur di sposarsi nella suggestiva chiesa di San Bartolomeo. L’appuntamento era per tutti alle 17.30 dell’11 agosto. Il matrimonio è stato celebrato da padre Lauretta. “E’ stato un bel matrimonio- ha commentato un parente della sposa- in questa fantastica cittadina del Val di Noto. Sapevamo di venire in un posto magnifico ma non fino a questo punto”.

FOTO SVN

Dopo lo scambio di anelli, tutti davanti al furgoncino bianco e rosso del gelataio per degustare granite e gelati. “Uno spettacolo nello spettacolo- c’ha detto lo sposo dopo avere preso un sorso di granita-tutto merito dell’agenzia di wedding planner “Fiocchi di Riso”, di Laura Calabrese che si è occupata dell’organizzazione e della pianificazione del nostro matrimonio”.

Foto SVN

Dopo il rinfresco, il brindisi ed i musici sul sagrato della chiesa, una breve visita a piedi in via Francesco Mormina Penna e poi tutti a consumare in un noto locale scelto nei dintorni. Nei prossimi giorni il ritorno a Como per godersi la frescura del lago.