La spiaggia di Sampieri si sveglia tutta colorata di tende e piena di rifiuti. Il solito film di Ferragosto

Trenta operai del Comune in azione dalle 5 di stamattina. Rimossi rifiuti d'ogni genere, non sono mancati piccoli falò e siringhe abbandonate.

1288
Foto di Andrea Guastella
-Pubblicità-

SCICLI – Prime luci dell’alba di oggi, la spiaggia di Sampieri si è svegliata, come ogni anno, a Ferragosto, tutta colorata.

Non sono i soliti ombrelloni a tappezzare uno dei più vasti arenili  del litorale ibleo ma alcune migliaia di tende, montate nonostante un’ apposita ordinanza lo vieti. Quella appena trascorsa è stata una notte interminabile, tanto divertimento, allegria e  qualche piccola esagerazione per salutare il nuovo giorno. Ieri sera e stamattina alcune pattuglie delle Forze dell’ordine hanno sostato sul lungomare Miramare per intervenire in caso di necessità.

Il Comune di Scicli non si è fatto cogliere spreparato dall’emergenza Ferragosto. Oltre 30 operai, con appositi mezzi, sono entrati in azione già dalle 5 per ripulire  tutti gli arenili del litorale sciclitano dai rifiuti prodotti dal bivacco notturno. Il lavoro più consistente, ci dice l’ufficio Ecologia, è stato compiuto a Sampieri, dove ieri notte ci sono state circa 5 mila persone in spiaggia. L’intervento è stato tempestivo e ciò ha consentito ai bagnanti di riavere l’arenile di nuovo pulito e fruibile. Una faticaccia ma alla fine l’obiettivo è stato raggiunto.

Foto di “Sampieri live”

Bisogna dire che anche i locali notturni di Sampieri hanno collaborato con proprio personale a raccogliere ogni genere di rifiuti disseminati in spiaggia ed altrove. A mezzogiorno tutti gli arenili erano tornati alla normalità