Basket Ciavorella: tra educazione motoria, gioco ed etica sociale

Sono i cardini del programma didattico formativo che la “Fernando Ciavorella” propone per la prossima stagione sportiva 2017- 2018.

227
-Pubblicità-

BASKET – Sono anni ormai che la Ciavorella all’inizio della stagione sportiva traccia le linee programmatiche e di indirizzo intorno a cui definire i programmi didattico – formativi e la sua azione pratica mirata a sollecitare l’azione motoria, a sviluppare i fondamentali di gioco e i comportamenti socio-relazionali dei propri atleti. L’organizzazione di eventi di tipo relazionale come i Memorial, il Campus Estivo Sport Vacanze, i tornei interni, i raduni ed i quadrangolari completeranno il quadro programmatico e formativo. 
Su questi temi e su questi principi la Ciavorella ed il suo staff tecnico si proporranno alle famiglie e alla città con la scuola del Centro di Avviamento alla pratica Sportiva (C.A.S.) regolarmente autorizzata dal CONI, con l’attività federale FIP (Federazione Italiana Pallacanestro) e con l’intenso lavoro di palestra.
Il progetto-scuola che viene proposto dalla “Fernando Ciavorella” per questa stagione sportiva 2017–2018 nasce dall’idea di sviluppare una nuova cultura sportiva e di contribuire ad aumentare il senso civico dei giovani, migliorare l’aggregazione, l’integrazione e la socializzazione. L’attività motoria di base viene realizzata dalla Ciavorella a partire dai cinque ai quindici anni per poi proseguire con l’adolescenza con l’insegnamento della tecnica della pallacanestroUn’attenzione particolare viene rivolta quest’anno dalla società al settore femminile, dalle più piccole fino all’età giovanile e oltre, partecipando a Tornei pre-stagione, raduni natalizi, pasquali e di fine anno oltre naturalmente ai campionati federali femminili. E la Ciavorella di questi principi ed idee ne ha fatto tesoro puntando, nei suoi programmi formativi, sulla qualità professionale del proprio staff tecnico che risulta formato da laureati in Scienze Motorie, Allenatori Nazionali Federali e Istruttori Regionali di Minibasket, tecnici di Taping Kinesiologico applicato alla traumatologia sportiva, e sulla qualità educativa delle iniziative relazionali (Memorial, Tornei, Campionati, Raduni di Minibasket, Gemellaggi, Campus Estivo Sport Vacanze, ecc.) che si propone di realizzare nel corso della stagione sportiva.