Atti vandalici a villa Penna: ringhiere abbattute, pietre divelte e porte forzate

L'intero complesso in mano ai vandali

1614
Foto Sonia Occhipinti
-Pubblicità-

SCICLI -Le azioni vandaliche in città ai danni di chiese e monumenti continuano. Stavolta i vandali hanno preso di mira Villa Penna. Ignoti sono riusciti ad introdursi all’interno del sito, scavalcando i muri laterali, e indisturbati hanno cominciato a rovinare quanto gli capitava davanti. Una pesante ringhiera di protezione, in ferro battuto, vicino la tomba del cane Italo, è stata addirittura staccata dalla base, finendo sulla sottostante gradinata. Anche delle pietre sono crollate giù dopo essere state divelte. La porta d’ingresso dell’ex convento è stata forzata e lasciata aperta. Probabilmente sono stati utilizzati degli attrezzi per creare questi danni. L’interno complesso è in mano ai vandali che all’interno fanno tutto ciò che vogliono senza essere visti.

Foto Sonia Occhipinti

C’è chi dice di avere visto all’interno anche dei ragazzini giocare a pallone e scorrazzare all’interno col rischio di farsi male. E’ successo anche di vedere le luci dei locali improvvisamente accendersi sia di giorno e che di notte. Qualcuno si diverte a schiacciare gli interruttori del quadro luci. E’ necessario porre fine a questa brutta e pericolosa situazione.