Sciclitano arrestato a Padova, ha commesso raggiri per 250 mila euro

Si chiama Giorgio Covato, 37 anni

936
-Pubblicità-

PADOVA  – Un sorvegliato speciale di Scicli, Giorgio Covato, 37 anni, che si trovava in soggiorno obbligato a Padova, è stato arrestato per avere commesso raggiri per circa 250 mila euro. Covato è riuscito, ad ottenere anche un finto contratto di lavoro per poter girare liberamente e svolgere la sua attività criminale anche presentandosi come un alto magistrato del Palazzo di Giustizia di Padova. E poi, beffando e raggirando persone che avevano problemi con la giustizia, sempre fingendosi esponente delle forze dell’ordine o dipendente degli uffici giudiziari, è riuscito a ottenere fascicoli e documentazione in tribunale per poi farsi pagare le sedicenti consulenze o i colloqui con i magistrati (mai svolti). E’ considerato un vero genio della truffa.