Scicli, pronto soccorso: il sindaco Enzo Giannone s’arrabbia

Il primo cittadino è pronto a fare scattare la mobilitazione

1530
-Pubblicità-

SCICLI A Scicli dal 1° ottobre non ci sarà più il Pronto soccorso al suo posto ci sarà il Pte, presidio territoriale di emergenza ed un’ambulanza medicalizzata. Il sindaco Enzo Giannone è molto preoccupato per il futuro del nosocomio.
Oggi il primo cittadino, insieme al presidente del Consiglio comunale Danilo Demaio e l’assessore Giorgio Vindigni, è andato davanti al pronto soccorso dove ha ribadito che il manager dell’Asp7 di Ragusa applichi quanto previsto dal piano regionale sanitario. Giannone in qualità di massima autorità sanitaria del Comune si sofferma sul  Pronto Soccorso dell’ospedale. Anche il presidente del Consiglio comunale Danilo Demaio ha ribadito che non sarà consentito nessun altro depauperamento dei servizi dell’ospedale Busacca, a partire da quelli di pronto soccorso.
Il Sindaco è pronto a mobilitare tutte le forze sociali e politiche della città, nonché i cittadini.