Scicli, il gruppo Forza Italia ‘Scicli-Modica’ denuncia alcuni casi di manifesti elettorali abusivi

Nel mirino Carmelo Vanasia. Arrivano subito le scuse del candidato

879
-Pubblicità-

SCICLI –  Elezioni Regionali lontane un mese abbondante e già si registrano i primi casi di manifesti abusivi. Nel mirino finiscono alcuni manifesti di uno dei candidati dell’Udc, Carmelo Vanasia, che sarebbero stati posti in spazi non autorizzati. E’ il Gruppo Forza Italia Scicli-Modica a puntare l’indice su Vanisia. “Inizia male la campagna elettorale del candidato Carmelo Vanasia-dice la forzista Maria Borgia-, che ha affisso manifesti ovunque, anche dove non consentito. L’affissione selvaggia e i manifesti abusivi, sono tornati prepotentemente in ogni angolo della città, tappezzate cabine elettriche, muri e persino il tabellone che riporta gli annunci funebri, posto nel centralissimo corso Garibaldi, proprio all’altezza di una nota autoscuola” . La stessa aggiunge:“Chi si candida a rappresentare i cittadini, dovrebbe essere esempio di correttezza e rispetto non solo verso l’ambiente ma soprattutto, verso il prossimo  ci sentiamo feriti negli affetti più cari come lo sono i defunti, siamo rimasti increduli nel vedere coperti i necrologi, un atto deplorevole-conclue Borgia- che va sanzionato e per cui il candidato Vanasia dovrebbe pubbliche scuse”.  Le scuse di Vanasia non tardano ad arrivare. “Ho già provveduto-dice Vanasia- a rimuovere personalmente alcuni manifesti, richiamando chi ha sbagliato ad affiggerli. Chiedo personalmente scusa a tutti!”