Un Consiglio per l’ospedale, Giannone: “Sono pronto alle dimissioni se toccheranno il Busacca”

Venerdì alle 18.30 nella sede di Start Scicli ci sarà un incontro dedicato alla problematica sanità

1161
-Pubblicità-

SCICLI – Sette giorni intensi, dedicati alla questione sanitaria a Scicli, con la vicenda del  Pronto soccorso del Busacca. Due sit in che hanno visto il sindaco Enzo Giannone chiedere  l’applicazione del piano sanitario regionale e, quindi, il mantenimento del Pronto soccorso. Nel pomeriggio, c’è stato un Consiglio comunale dedicato al futuro del nosocomio sciclitano con la presenza del commissario dell’Asp 7 Salvatore Lucio Ficarra. E’ toccato al primo cittadino Enzo Giannone aprire il dibattito. Il Sindaco ha chiesto, senza tanti giri di parole l’applicazione del Piano sanitario regionale che vuol dire, anche niente trasformazione del Pronto soccorso in PTE (presidio territoriale di Emergenza). Il primo cittadino ha detto di essere pronto alle dimissioni se toccheranno l’ospedale. C’era  attesa in sala per l’intervento del commissario Ficarra che ha illustrato sinteticamente cosa prevede il Piano di Riordino. In aula dagli scranni non sono mancati gli interventi di alcuni consiglieri comunali che hanno chiesto all’interlocutore principale dei chiarimenti sul funzionamento di alcuni servizi. In particolare sulla Neuroriabilitazione del “Bonino Pulejo” Tanti i cittadini che occupavano i palchetti dell’aula per sentire dal vivo i vari interventi. In città c’è molta preoccupazione per il futuro incerto dell’ospedale Busacca. Ed intanto per venerdì alle 18.30 nella sede di Start Scicli ci sarà un incontro  dedicato alla problematica Busacca.