Scicli: vicenda A.Ci.F., il Comune non si ferma

Nel tardo pomeriggio di oggi l'amministrazione comunale incontrerà i rappresentanti del Comitato per la tutela della salute pubblica.  

521
-Pubblicità-

SCICLI – Sanità e ambiente, due argomenti su cui si è aperto da tempo il dibattito in città. E’ di ieri pomeriggio la notizia che l’assessorato Territorio ed Ambiente ha notificato al comune di Scicli il decreto con cui ritiene integralmente valida la “Valutazione di Impatto Ambientale”, rilasciata dallo stesso assessorato relativamente al progetto di ampliamento dell’attività di gestione rifiuti pericolosi e non in contrada Cuturi, di proprietà della ditta A.Ci.F. s.r.l. Si ritiene in sostanza che tutte le prescrizioni, circa 56 imposte sia dall’AIA, ossia il provvedimento autorizzativo all’attività di trattamento rifiuti, che le prescrizioni contenute nello stesso provvedimento di VIA, non incidano nel territorio e non ne alterino le condizioni ambientali e paesaggistiche, oltre che economiche.
Nel maggio dello scorso anno  c’era stata una grossa manifestazione a Scicli con più di tre mila persone a dire non a qualsiasi forma di inquinamento ambientale in città. Il Comitato per la tutela della salute pubblica è pronto a tornare in piazza se dovesse essere necessario. Nel tardo pomeriggio l’amministrazione comunale incontrerà proprio i rappresentanti del Comitato per la tutela della salute pubblica.
Sull’argomento abbiamo intervistato l’assessore Viviana Pitrolo