“A Scicli razzie di ogni genere nelle campagne”

Lo denuncia il comitato 'Cambiare Scicli'

1271
-Pubblicità-

SCICLI – Nelle campagne i furti di ogni genere e di prodotti agricoli sono diventati una vera e propria piaga. Ad ogni stagione produttiva (mandorle, carrube, olive, etc.) si mobilitano un numero imprecisato di soggetti dediti a questa attività delinquenziale. I furti di olive vengono effettuati da bande di soggetti di due o tre persone i quali riescono a produrre una considerevole quantità di olio che poi rivendono ai privati, senza avere neanche una pianta di olivo riescono a produrre da 300 a 400 litri di olio a testa.  Furti e razzie di ogni genere sono diventate la normalità perché il controllo delle campagne è stato da sempre trascurato poiché le forze dell’ordine non hanno un sufficiente numero di uomini e mezzi per effettuare adeguati controlli. Di conseguenza le nostre campagne sono in balia di ogni forma di razzia in quanto è mancata e manca la volontà politica di contrastare i fenomeni delinquenziali. Basta girare per le nostre campagne per constatare uno spettacolo desolante di fabbricati rurali senza tetti perché sono state rubate tutte le tegole e persino le porte.

A tal proposito è stata presentata al Ministro dell’interno e al Ministro della difesa una interrogazione parlamentare sull’ordine pubblico dall’On. Basilio Catanoso il 23 novembre 2016, su segnalazione del nostro Comitato “Cambiare Scicli”, con la quale si chiedeva il potenziamento di uomini e mezzi per il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Modica e per la Tenenza dei Carabinieri di Scicli al fine di consentire un adeguato controllo del territorio per garantire la sicurezza dei cittadini, la tutela dell’ordine pubblico e salvaguardare le nostre imprese da furti e incendi dolosi.
A distanza di circa un anno entrambi i ministri, prima del governo Renzi e poi del governo Gentiloni, non hanno risposto a detta interrogazione dimostrando totale disinteresse per detta problematica, non tenendo conto che la Tenenza dei Carabinieri di Scicli è sotto organico in quanto dovrebbe avere 32 unità invece sembra che le unità siano 22 e che il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Modica si trovi nella stessa situazione.

A riprova che i furti sono incessanti nelle campagne di Scicli si documenta un recente furto di olive denunciato, con le foto di tre piante di olivo interamente raccolte da una banda dedita abitudinariamente alle razzie nelle nostre campagne.
Ora spetta a noi tutti dare una risposta il 5 novembre votando contro i partiti che sostengono questo governo vale a dire PD, sinistre varie e centristi delle varie risme che non hanno fatto nulla per ripristinare ordine e sicurezza nelle nostre campagne.

     Comitato “Cambiare Scicli”
    Il presidente – Dr. Giuseppe Implatini