Serge Latouche affascinato dal barocco di Scicli

Il filosofo ha espresso la volontà di voler ritornare nel 2018

286
-Pubblicità-

SCICLI – Ha trascorso la mattinata di martedì a Scicli il filosofo Serge Latouche, famoso in tutto il mondo per la sua teoria della decrescita. Accompagnato dal Sovrintendente di Ragusa Calogero Rizzuto, e dall’amico don Giuseppe di Rosa, il filosofo è stato ospite dell’amministrazione comunale di Scicli lungo un percorso che lo ha portato a scoprire via Mormina Penna, la chiesa di San Giovanni Evangelista, il museo del costume, palazzo Spadaro, la chiesa di Santa Teresa, e poi ancora palazzo Beneventano e la chiesa di San Bartolomeo. Latouche, che oggi pomeriggio sarà a Modica per un convegno, ha espresso il desiderio di tornare a Scicli per un appuntamento culturale da programmare nel 2018.