Lo Sport Club Scicli si prepara in vista dell’inizio del campionato

Previsto per sabato 25 novembre

316
Nella foto il coach dell'Agriblu Scicli Roberto Accardo
-Pubblicità-

PALLAMANO – Lo Sport Club Scicli di pallamano, che prenderà parte al campionato di serie B, il cui inizio è previsto per il prossimo 25 novembre, continua gli allenamenti, calendarizzati in tre alla settimana, di cui uno atletico. Questo l’organico he suda e fatica a disposizione del coach palermitano Roberto Accardo: Franco Iacono, Luca Milardi e Mattia Iacono (portieri); Alessandro Magnifico, Luca Ammatuna, Federico Iurato e Salvatore Causarano (ali); Antonino Martino (centrale); Massimo Giunta, Luca Oddo, Roberto Gulino e Gaetano Ciavorella (terzini); Ignazio Ventura, Marco Causarano e Enrico Parisi Assenza (pivot). Il Presidente Enrico Parisi Assenza, tra l’altro responsabile della federazione pallamano provinciale, ha fatto capire chiaramente che lo Sport Club Scicli in questa stagione vorrà recitare un ruolo di vertice: “Ci stiamo muovendo con molto equilibrio grazie anche alla consulenza di mister Accardo che conosce molto bene la disciplina. La pallamano nella nostra cittadina ha una storia che dura da quasi quaranta anni che disputato campionati di serie A2 e per questo stiamo provando ad allestire una squadra che possa dare soddisfazioni. Vogliamo riportare entusiasmo. All’inizio del campionato che avrà una formula del tutto particolare vogliamo farci trovare preparati. Sappiamo che non sarà comunque facile perchè ci sono squadre esperte che in casa fanno sempre la differenza due esempi sono il Capo D’Orlando e il Villaurea Palermo. Poi c’è l’Atletico Lamezia Terme che potrebbe essere la rivelazione di questo torneo”.
ll coach Roberto Accardo avrà ancora tutto il tempo per creare un bel gruppo ed affinare le tecniche di gioco. Oltre allo Sport Club Scicli, al Capo d’Orlando, alla Villaurea Palermo, alla Pallamano Avola è stata inserita la compagine del Lamezia Terme nel girone interregionale. Un punto fermo dell’intraprendente società biancazzurra resta sempre il coinvolgimento delle scuole primarie e diversi sono i plessi scolastici in provincia che hanno aderito al progetto. In merito il Presidente ha detto: “Vogliamo iniziare dalle scuole primarie perché è da quell’età che bisogna iniziare ad inculcare le nozioni basilari della disciplina. Abbiamo coinvolto quindici plessi scolastici tra Modica, Ispica, Vittoria e Scicli, con la presenza di un nostro tutor”. Sono parole appassionate quelle pronunciate da Parisi che devono trovare la giusta risposta da parte dei giovani, per fortuna il tempo non manca.