Giovane donna tenta il suicidio a Sampieri, salvata in tempo dai carabinieri

La donna è stata trattenuta al telefono dal centralista del 112 fino a quando non è stata bloccata dai colleghi intervenuti sul posto

4301
-Pubblicità-

SCICLI – Erano da poco trascorse le 17 di ieri quando una giovane donna di 30 anni, residente a Sampieri, sposata, ha telefonato al 112 comunicando di aver deciso di farla finita. Incomprensioni con la famiglia, in particolare col marito, l’avrebbero spinta a porre fine ai propri giorni. La giovane sposa ha detto al suo interlocutore telefonico di volersi buttare nel vuoto perché stanca di vivere. Dall’altro capo del telefonico l’uomo in divisa ha fatto di tutto per evitare che l’aspirante suicida mettesse in atto il suo piano di autolesionismo. 
Nel frattempo, sul posto indicato dalla stessa giovane è stata inviata una pattuglia dei Carabinieri di Donnalucata i quali sono riusciti a fare desistere la 30enne dall’insano gesto. La donna, in evidente stato confusionale, è stata condotta in ospedale per ricevere le cure dei sanitari. Dopo qualche ora è stata dimessa per raggiungere la propria abitazione accompagnata dal marito.