ll sindaco Giannone sollecita il dragaggio del porto di Donnalucata

Dopo la missiva, rimasta inevasa, di settembre

135
-Pubblicità-

SCICLI – Nuova lettera del sindaco di Scicli, Enzo Giannone, al Libero Consorzio di Ragusa, per sollecitare il dragaggio del porto di Donnalucata.
Già lo scorso settembre il primo cittadino aveva chiesto un intervento urgente per la pulizia dalle alghe della diga foranea. Purtroppo, l’ex Provincia non ha ottemperato alla richiesta. Da qui il sollecito. Il bacino portuale di Donnalucata da anni si trova in uno stato di inutilizzabilità per il continuo verificarsi di fenomeni di insabbiamento ed accumulo di posidonia determinato dalle correnti locali. Per porre rimedio a questi problemi ed assicurare dunque un miglioramento logistico e funzionale della struttura portuale, nell’ambito del progetto europeo finanziato dal Fondo per la Pesca 2007 – 2013, grazie ad un progetto sviluppato dall’attuale Libero consorzio comunale di Ragusa, con la partecipazione del Comune di Scicli e la cooperativa di pescatori San Giuseppe di Donnalucata, fu acquistata una draga, collaudata due anni fa (2015) e di cui ancora la struttura non ha potuto usufruireIl disagio creato dalle condizioni del porticciolo non sono solo legate all’utilizzo di questo ai fini della pesca, ma si verificano indiscutibili condizioni di insalubrità che tale fenomeno determina nell’area circostante, dove tra l’altro insistono sempre più numerose attività legate al settore turistico”.