Scicli, i ragazzi del ‘Quintino Cataudella’ in marcia per dire ‘basta’ ad ogni forma di discriminazione

In occasione della ‘Giornata della Memoria’

2339
-Pubblicità-

SCICLI – “Peggio di chi discrimina c’è solo chi resta in silenzio”. Una frase intensa, ricca di speranza ha fatto da ‘sfondo’ a una giornata di riflessione contornata da musica e spettacoli organizzata dagli studenti del ‘Cataudella’.
Il corteo, partito stamani da viale dei Fiori, ha interessato le vie principali della città e ha visto le basole di via Francesco Mormina Penna come punto d’arrivo. E’ proprio in questa strada che i ragazzi sono stati protagonisti per dire ‘no’ ad ogni forma di discriminazioni in ricordo delle le vittime dell’Olocausto. “Voglio dire grazie a tutti i ragazzi di Scicli, i miei ragazzi, ha dichiarato il sindaco Enzo Giannone, nonché Preside del ‘Quintino Cataudella’. “Grazie per la bellissima giornata che i miei ragazzi– continua Giannone- hanno regalato alla mia città. Una città che, oltre ad avere un importante patrimonio culturale e monumentale può vantare di avere delle belle, bellissime nuove generazioni”.