Democrazia Partecipata, “Il Comune ha fatto la sua parte”

In risposta alla nota di Sinistra Italiana

169
-Pubblicità-

SCICLI – In ordine a notizie di stampa secondo cui il Comune di Scicli sarebbe stato sanzionato con una riduzione di trasferimenti della Regione Siciliana circa l’utilizzo del 2% di fondi regionali da destinare alla cosiddetta “Democrazia Partecipata”, l’amministrazione comunale di Scicli precisa: la previsione di spesa del 2016 era pari a 20 mila euro e in tale misura è stata utilizzata; non era possibile per l’amministrazione commissariale del tempo quantificare l’esatto importo del 2% in quanto la Regione non aveva reso noto l’importo del trasferimento al Comune. Circa l’annualità 2017, l’amministrazione sta procedendo con l’avviso pubblico per individuare i progetti da porre in essere per l’utilizzo delle somme della Democrazia partecipata. Il Comune sta tentando di recuperare, in virtù di circolari attuative dell’utilizzo delle somme da parte della Regione, le somme non spese in precedenza. Circa i temi più complessi e organici del bilancio comunale, l’amministrazione sta adempiendo agli obbloghi di legge davanti agli organi giurisdizionali competenti.

Comune di Scicli