Studenti con difficoltà neurosensoriali e disfunzioni strutturali negli edifici scolastici, intervento della senatrice Padua

SPAZIO ELETTORALE AUTOGESTITO A PAGAMENTO

87
-Pubblicità-

SCICLI – Cordiale, proficuo e stimolante. Così la senatrice Venera Padua definisce il confronto che c’è stato a palazzo di viale del Fante con il nuovo commissario straordinario Salvatore Piazza. “Una persona che stimo e di cui apprezzo le dotisottolinea la senatrice – così come il predecessore, Dario Cartabellotta. Il dott. Piazza avrà più tempo da dedicare alla complessa macchina amministrativa dell’ex Provincia non avendo altre responsabilità. Ho augurato buon lavoro e ho posto, nell’immediato, la necessità di affrontare due questioni che meritano grande attenzione. La prima ha a che vedere con il supporto da garantire agli studenti con difficoltà neurosensoriali. Purtroppo, si tratta di una battaglia che, da tempo, sto portando avanti, assieme ad altri, senza essere riusciti a venirne a capo. L’ultima difficoltà, adesso, ha a che vedere con il passaggio delle competenze, in un colpo solo, dall’ex Provincia ai Comuni i quali si sono trovati assolutamente impreparati, com’era logico che fosse, a gestire la situazione. Ricordo che parliamo di ragazzi che hanno bisogno di sostegni speciali e del supporto di professionisti che devono potere operare in maniera omogenea e non di figure che si improvvisano tali dall’oggi al domani. Ho chiesto, dunque, al commissario Piazza, compatibilmente con le rinnovate competenze, di individuare un percorso sostenibile che consenta, una volta per tutte, di porre fine a questa spiacevole vicenda. E’ possibile che non si riesca a trovare una via d’uscita per garantire un servizio dovuto? Il commissario Piazza ha fornito la propria disponibilità in tale direzione”.
L’altra questione ha a che vedere con l’edilizia scolastica. “Purtroppo, a causa delle vicende recenti dell’ex Provincia – continua la senatrice Padua – non c’è stata la possibilità di intervenire nella maniera dovuta, nonostante la grande disponibilità di risorse economiche, esistente a livello nazionale, per la messa in sicurezza degli edifici scolastici. Stando così le cose, quindi, in molti istituti di istruzione secondaria superiore della nostra provincia sono segnalati disfunzioni e disservizi, in alcuni casi non da poco, sul piano strutturale, E’, dunque, opportuno che possa essere effettuato un monitoraggio della condizione degli edifici, attivando i canali di finanziamento necessari per le risorse economiche utili a sanare le principali criticità. Anche in questa direzione il dott. Piazza ha manifestato la propria disponibilità e sono convinta che, con il suo impegno, potranno arrivare le soluzioni auspicate”.

Venera Padua
Senatrice della Repubblica