Scicli s’illumina di meno con una passeggiata al buio

E osservazione delle stelle finale

305
-Pubblicità-

SCICLI – 555 milioni di passi verso la Luna. “M’illumino di Meno”, l’iniziativa promossa dalla trasmissione radiofonica Caterpillar e da Radio Due Rai, registra anche quest’anno l’adesione dell’amministrazione comunale di Scicli. L’edizione 2018 è dedicata alla bellezza del camminare e dell’andare a piedi. Perché sotto i nostri piedi c’è la Terra e per salvarla bisogna cambiare passo.
Quest’anno chi aderisce a M’Illumino di meno” compie quindi, e simbolicamente, 555 milioni di passi verso la Luna. La giunta Giannone ha organizzato per venerdì 23 febbraio alle 19,30 una passeggiata per il centro storico, con partenza e arrivo in Piazza Italia. Ciascun partecipante conterà i passi che ha fatto e a fine serata i passi complessivi fatti da tutti i camminatori saranno comunicati al sito internet ufficiale di “M’illumino di meno”. Oltre ai gruppi di camminatori di Scicli, sono attese le associazioni di camminatori di Marina di ragusa e Ragusa, con una partecipazione prevista di diverse centinaia di persone. Alle 20,00, il Comune spegnerà le luci di San Matteo e Piazza Italia, per dare un segnale nella direzione del risparmio energetico. Alle 20,30, grazie allo scarso inquinamento luminoso, sarà possibile osservare le stelle tramite alcuni telescopi posizionati in piazza Italia da un gruppo di astrofili.

Questo il programma:

Ore 19.30 raduno davanti al Cinema Italia

Ore 20.00 PARTENZA PASSEGGIATA
(Partenza Piazza Italia, corso Mazzini, via Fiumillo, via F. M. Penna, via Aleardi, piazza Busacca, via Nazionale, Via Carcere, via San Filippo, via Zanardelli, Palazzo Beneventano, via Loreto, Chiesa San Bartolomeo, via Castellana, arrivo Chiesa Madre)

Ore 20.30 OSSERVAZIONE DELLA LUNA, a cura dell’associazione astrofili C.I.S.A. PLEIADES
Ore 21.00 CONCERTO UNPLUGGED

In collaborazione con le associazioni StartScicli, Tre colli, Esplorambiente, Pieri Pieri per Scicli e C.I.S.A. PLEIADES, oltre all’Istituto Quintino Cataudella.