Scicli, programmazione stagione estiva 2018: anche la Cna avanza le sue proposte all’amministrazione Giannone

Al centro la valorizzazione turistica della città tra eventi e il miglioramento della viabilità

473
Nella foto da sx: Giovanni Ruta (Presidente Cna Scicli) e Franco Spadaro (Responsabile Cna Scicli)
-Pubblicità-

SCICLI – Anche la Cna di Scicli presente all’incontro, organizzato dall’Amministrazione comunale, a cui hanno preso parte anche altre associazioni di categoria e i rappresentanti delle borgate, per iniziare a gettare le basi per la stesura della programmazione dell’ormai imminente stagione estiva 2018. Il presidente e il responsabile della Cna di Scicli, rispettivamente Giovanni Ruta e Franco Spadaro, hanno presentato, all’attenzione del vicesindaco, Caterina Riccotti e dell’assessore allo Sviluppo economico, Viviana Pitrolo, le proposte inerenti alla programmazione estiva 2018. “Una prima considerazione– dichiarano in una nota Ruta e Spadaro- riguarda la necessità di valorizzare l’intero territorio comunale in ambito turistico, con una programmazione di eventi che coinvolgano non solo il centro storico di Scicli ma anche le borgate”. La Cna di Scicli evidenzia il fatto che “la programmazione degli eventi debba necessariamente essere preceduta da una pianificazione della viabilità che possa essere studiata fin dall’inizio della stagione” limitando i disagi ai residenti e, al tempo stesso, favorire la più completa e agevole fruizione dei luoghi.
Una delle proposte avanzate dalla Cna, si legge nella nota, per la prossima stagione estiva, prevede un miglioramento della viabilità a Sampieri.
Una chiusura della frazione marinara di Sampieri, con la quasi totale impossibilità di trovare parcheggi in prossimità del centro,evidenziano Ruta e Spadaroha di fatto spostato l’afflusso turistico nelle località balneari dei comuni limitrofi, procurando perdite economiche notevoli alle attività della borgata”. Per evitare il ripetersi di tale situazione di disagio la Cna ritiene che” si possa istituire un tavolo sulla viabilità per trovare soluzioni al problema”. La Cna Scicli, continua la nota, invita l’Amministrazione comunale a rivedere le strisce blu nel centro storico poiché “la sosta a pagamento fino alle 24, nel periodo estivo, una scelta molto discutibile e nei fatti in totale disarmonia rispetto a quanto succede nei comuni limitrofi. Una soluzione non differibile pensiamo– proseguono Ruta e Spadaro- sia quella di individuare delle aree, sia a Scicli che nelle borgate, dove possano essere creati dei parcheggi in grado di decongestionare il traffico”.
Oltre alla questione viabilità, la Cna Scicli ha voluto segnalare all’Amministrazione comunale la necessità d’anticipare, prima dell’inizio della stagione estiva, la pulizia e la manutenzione delle spiaggeper promuovere-concludono Ruta e Spadaro- la bellezza delle nostre spiagge e del nostro mare, favorendo anche l’attività degli stabilimenti balneari e delle strutture ricettive del territorio”.