Scicli, ospedale ‘Busacca’: incontro tra Consiglieri comunali e Asp7

Si è discusso su una serie di lavori manutentivi all’interno e all’esterno del nosocomio

322
-Pubblicità-

SCICLI – L’ospedale Busacca al centro di un nuovo incontro tra i consiglieri comunali Guglielmo Scimonello, Felicia Mirabella e Claudio Caruso e il responsabile dell’Ufficio tecnico dell’Asp7 di Ragusa, Lorenzo Aprile.  Si è discusso  degli interventi manutentivi posti in essere all’interno e all’esterno del nosocomio. nosocomio sciclitano. “Per quanto attiene i lavori di adeguamento dell’impianto elettrico– ha precisato il responsabile Ufficio tecnico Asp7 Aprile ai consiglieri– si è giunti nella fase di aggiudicazione della gara di appalto che consentirà alla conclusione delle opere e il conseguente utilizzo definitivo di tutti i padiglioni dell’ ospedale ‘Busacca’ di Scicli”. Durante l’incontro è stata ‘attenzionata’ l’area giardinata del nosocomio i cui servizi di manutenzione e pulizia “saranno affidati– dichiara Aprile- alla ditta vincitrice della gara d’appalto quest’ultima in fase di formulazione”. Il responsabile dell’Ufficio tecnico dell’Asp7 di Ragusa, Aprile, ha evidenziato ai Consiglieri il fatto di come “si stia lavorando alacremente per adeguare l’impianto antincendio alle nuove normative vigenti, propedeutico al rilascio della SCIA per una previsione di progettualità di intervento con finalità di adeguamento per step successivi entro il 2025”. Con l’ottenimento della SCIA “l’ospedale ‘Busacca’continua Aprileè di fatto utilizzabile e il ritardo è dovuto esclusivamente ai fini di adeguamento di alcune norme di sicurezza”. Per quanto concerne, inoltre, “la manutenzione e riparazione delle stradine di accesso ai vari padiglioni –spiega Aprile- la gara di appalto è in dirittura d’arrivo. Infine, sarà rinnovato ‘ex novo’ l’impianto -conclude Aprile- di metanizzazione“. Soddisfatti dell’incontro i Consiglieri Guglielmo Scimonello, Felicia Mirabella e Claudio Caruso. “Un importante incontro -dichiarano i tre consiglieri- per fare ulteriore chiarezza sulle opere da realizzare e sui tempi di adeguamento dell’impiantistica ospedaliera, prevedendo tempi di intervento che non superino i sessanta giorni di tempo”.