Cavalcata di San Giuseppe, è stato un successo di pubblico

L’associazione ‘Patriarca Folklore e Tradizione’ fa il bilancio sulla ‘due giorni’ di festa

619
-Pubblicità-

SCICLI – È calato ieri sera il sipario sulla Festa di San Giuseppe a Scicli. Sabato sera la tradizionale Cavalcata, ancora un successo con la presenza di migliaia di turisti che hanno affollato Via San Giuseppe e Piazza Italia per godere dello spettacolo, i manti realizzati dai gruppi di bardatori che come ogni anno per tradizione e devozione realizzano dei veri e proprio capolavori. Ottima l’organizzazione messa a punto dell’associazione ‘Patriarca Folklore e Tradizione’, che ha lavorato in sinergia con il Comune di Scicli e con la Parrocchia di San Giuseppe. L’associazione ‘Patriarca Folklore e Tradizione’, ha risollevato una festa che stava rischiando di scomparire. Sette le edizioni organizzate da questi giovani, un gruppo molto unito, tutti cresciuti nel quartiere San Giuseppe. “Ringraziamo tutti i gruppi bardatori che anche quest’anno sono riusciti a regalare uno spettacolo unico alla città – affermano i rappresentanti dell’associazione ‘Patriarca Folklore e Tradizione’. Un ringraziamento alle forze dell’ordine, Carabinieri, Polizia Municipale, Protezione Civile e a tutti coloro che hanno garantito la sicurezza delle migliaia di persone intervenute sabato sera. Chiusa questa edizione, stiamo già pensando alla festa del 2019”Ad aggiudicarsi l’ambito Trofeo Comune di Scicli è stato il gruppo Balatelle. Non è stato facile per la giuria presieduta dall’esperto Unesco Ray Bondin, decidere il primo posto. Tutte belle e particolari, molto curate. Difficile dire questa è più bella dell’altraha detto Bondin dal palco, in un italiano quasi perfetto. Sono molto colpito da questa festa, la Cavalcata merita riconoscimenti mondiali, ben organizzata e curata, rispetto assoluto per i Cavalli- conclude Bondin– che sono i veri protagonisti della festa”. Ha trascorso due giorni in città, nella Scicli, che lui stesso ha voluto tra i beni Patrimoni dell’Umanità. Bondin è stato ospite dell’Hotel Novencento. Anche l’amministrazione Comunale è soddisfatta del successo della Cavalcata, l’assessore alla cultura Caterina Riccotti. Un ringraziamento a tutti i gruppi di bardatori -commenta Riccotti- che con passione e impegno trasmettono di generazione in generazione la tradizione unica delle bardature. Solo grazie a loro è stato possibile intraprendere un percorso che porterà al riconoscimento della Cavalcata di San Giuseppe come patrimonio immateriale Unesco. Grazie ‘ai ragazzi di San Giuseppe’, membri dell’associazione ‘Patriarca, Folklore e Tradizione’ che anche quest’anno- continua Riccotti- hanno organizzato in modo eccellente ed in sinergia con il Comune la festa. Un sentito grazie anche a tutti i lavoratori che hanno contribuito all’ottima riuscita della festa, ripulendo nella notte tra sabato e domenica la Città. Hanno vinto tutti perchè ha vinto la Città di Scicli”. ‘Joseph Patrem’ è il titolo della bardatura che il gruppo vincitore, Balatelle, ha realizzato, con nella testiera raffigurati due angeli intenti a sorreggere l’effige del Santo Patrono, il tutto poi sormontato da una imponente corona che sovrasta la Croce Santa. Ben curati anche i disegni nei due lati dove non poteva mancare San Giuseppe, Maria e il bambin Gesù. La giuria stampa ha invece premiato il Gruppo La Fenice che ha fatto sfilare due manti, uno che richiama la tradizione della Cavalcata, l’altro più moderno e innovativo. Quest’ultimo il più apprezzato dai giornalisti chiamati a votare. Altro premio quello “Social”, una sorta di premio popolare assegnato dal popolo di Facebook. Il premio è andato al gruppo Gurgazzi risultato anche il secondo classificato nel trofeo Comune di Scicli. Sino a notte tardi Scicli è stata in festa, ben organizzati i falò, anche se pochi, ristoranti, pizzerie e pub strapieni. Ha vinto veramente, Scicli!