Primavera a Scicli con passeggiate culturali e cineturismo

Con l’arrivo del bel tempo una serie di iniziative per promuovere non solo il barocco ma anche i luoghi nascosti della città

240
-Pubblicità-

SCICLI – Quelle che seguiranno saranno settimane ancora dedicate al folclore e alla tradizione. ‘U Gioia’ e la “Battaglia delle Milizie” sono dietro l’angolo. Con l’arrivo del bel tempo e delle feste patronali di primavera le associazioni del luogo sono impegnate in una serie di iniziative per promuovere non solo il barocco o i luoghi di Montalbano ma anche i posti meno conosciuti ma ugualmente ricchi di fascino che la città possiede. L’associazione sciclitana Tanit è entrata anche quest’anno in gioco con le sue passeggiate. Veri e propri viaggi alla scoperta delle ‘bellezze nascoste’ della città, percorsi capaci di svelare, agli occhi degli sciclitani e ospiti viaggiatori, luoghi magici e sconosciuti della cittadina barocca. In primo piano gli antichi quartieri: Altobello e San Giuseppe che la scorsa settiamana hanno fatto da scenario alla cavalcvata di San Giuseppe. Domenica prossima, nell’ambito della ‘Primavera Diffusa’ promossa da ‘Sicilia Ospitalità Diffusa’, l’associazione Tanit replicherà un suo grande classico andando, cioè, alla scoperta delle chiese rupestriIl ciclo delle passeggiate di marzo si concluderà sabato 31 con uno dei grandi classici e, cioè, il ‘Cammino Sacro’ dedicato al Beato Guglielmo, ormai entrato a far parte del circuito regionale di Vie Sacre Sicilia. Le passeggiate culturali continueranno anche nel mese di aprile. In questo mese riprenderanno le riprese di nuovi episodi de “Il Commissario Montalbano” che alimenterà il fenomeno del cineturismo. L’obiettivo è di dare ai turisti e visitatori l’opportunità di visitare non solo i loghi di Montalbano ma anche ‘tesori’ nascosti nel cuore della città.