Porticciolo Donnalucata: prima le alghe, poi la sabbia infine la messa in sicurezza

Ieri sera seduta consiliare a palazzo Mormino

576
-Pubblicità-

SCICLI – Oltre due ore di seduta dedicata all’inalgamento e insabbiamento del porticciolo di Donnlaucata, due problematiche che negli anni hanno penalizzato l’attività dei pescatori donnalucatesi, costretti ad andare altrove per l’inagibilità dello scalo di alaggio. Quello di ieri sera è stato un consiglio comunale aperto svoltosi non a Palazzo di città ma a palazzo Mormino di Donnalucata dove si è anche parlato di alcune problematiche che vive la borgata. Durante i lavori il sindaco Enzo Giannone ha anche annunciato l’imminente apertura della caserma dei carabinieri di Donnalucata. Tanti gli interventi utili a individuare il percorso da compiere per portare all’eliminazione dei problemi del porticciolo e con essi al rilancio dell’infrastruttura. Presenti tra gli altri, oltre ai numerosi cittadini, l’ing. Carlo Sinatra, del Libero Consorzio comunale di Ragusa, e dell’on. Orazio Ragusa. Il dibattito in sala è stato utile per stabilire che il primo passo da compiere per il porticciolo è l’eliminazione delle alghe spiaggiate e il dragaggio dello scalo di alaggio con la draga, acquistata dalla Provincia Regionale di Ragusa per il porticciolo di Donnalucata, che sarà allocata nella diga foranea dell’infrastruttura sciclitana. L’amministrazione comunale è pronta a rimuovere le alghe mentre l’ex Provincia penserà al dragaggio. Punto molto importante affrontato durante la seduta consiliare la messa in sicurezza del porticciolo. Dopo quasi 25 anni dal finanziamento da parte della Protezione civile per la messa in sicurezza del porticciolo è arrivato il momento di realizzare quest’opera importantissima non solo per la borgata ma anche per tutta la città di Scicli. Il finanziamento del porticciolo è stato possibile in quanto considerato approdo e via di esodo ai fini di protezione civile in caso di emergenza derivate da calamità naturali. Su 4,2 milioni di finanziamento ne sono stati spesi circa 400 mila euro per studi e progetti, ne rimangono 3,7 milioni. Inoltre a giorni inizierà la procedura per quanto riguarda la rimozione delle alghe inizierà la rimozione delle alghe.
Ieri sera in aula c’è stato anche l’intervento di Forza Italia Giovani Scicli
. I rappresentanti del partito sono intervenuti sui problemi di Donnalucata soffermandosi sulla questione porticciolo. “Noi siamo a disposizione della Cittadinanza e della Giunta–si legge nella nota di Forza Italia Giovani Scicli-, pronti a fare proposte e quindi a farci portavoce, secondo il nostro spirito moderato, degli interessi dei ragazzi sciclitani. Auspichiamo –conclude la nota di FIGS– che l’Amministrazione sia disponibile ad ascoltare le nostre richieste ed a rispettare i cittadini delle borgate ed i giovani della nostra Città”.