Scicli, approvati in Consiglio comunale il Codice Etico degli Amministratori e la Carta Etica della Città

Due strumenti di democrazia e trasparenza

215
Nella foto i due consiglieri di 'Scicli Bene Comune': Resi Iurato e Bruno Mirabella
-Pubblicità-

SCICLI – Scicli è fra le città d’Italia dotate di due importanti strumenti di democrazia e trasparenza. Sono stati infatti approvati all’unanimità dal Consiglio Comunale, durante la seduta del 2 maggio, il Codice Etico degli Amministratori e la Carta Etica della Città. Il Codice Etico degli Amministratori prende le mosse dibattito che diede vita alla “Carta di Pisa”, con l’intento di promuovere la cultura della legalità e della trasparenza degli enti locali. Con l’adozione del Codice ogni amministratore espressamente si dichiara consapevole di essere stato chiamato a servire i cittadini con diligenza, lealtà, onestà, trasparenza, correttezza e imparzialità. Sono ben 21 i punti sui quali ogni Amministratore si impegna, dal rigetto del clientelismo alla denuncia del conflitto di interesse e all’incoraggiamento della partecipazione popolare alla vita della Città. Ispirare le azioni della Comunità, Scicli si dichiara “Città accogliente senza distinzioni, solidale con tutti e ancora di più con chi è nel bisogno, dedita al lavoro, ricca di cultura e di amore per il Bene Comune, attivamente protesa verso l’uguaglianza civile e consapevole dell’appartenenza al Paese Italia, all’Unione Europea, alla Comunità del Mediterraneo e del Mondo, una Città dove i Cittadini, così come definiti nello Statuto Comunale, siano attenti l’uno all’altro e curino le relazioni, siano rispettosi delle regole e dei loro doveri nei confronti del prossimo e delle istituzioni; una Città ordinata e volta a quella Bellezza dei luoghi, come degli animi, che contraddistingue la Sicilia tutta e ancora di più la Sicilia dell’UNESCO di cui Scicli è parte integrante come Città ubicata più a Sud fra le otto che costituiscono il sito Città Tardo Barocche del Val di Noto”. Il Codice e la Carta, pubblicati per la prima volta a Scicli l’8 ottobre 2016 in occasione dell’incontro pubblico delle “Carte di Scicli”, hanno sin da subito rappresentato un terreno di incontro e di collaborazione fra Il Blog di Scicli e il movimento Scicli Bene Comune, i cui consiglieri comunali Iurato e Mirabella hanno oggi messo a segno anche la terza mozione presentata al consesso Comunale, quella riguardante la Condizione delle Borgate.

Scicli Bene Comune