Operazione weekend sicuro dei carabinieri, tre arresti a Scicli

Evasione dai domiciliari e detenzione di sostanze stupefacenti

1309
-Pubblicità-

SCICLI – Tre gli arresti eseguiti a Scicli, dai Carabinieri della Compagnia di Modica, nel corso dell’operazione ‘Weekend Sicuro’. Un’attività a largo raggio, quella condotta dai Carabinieri impegnati nel corso dello scorso fine settimana per garantire il corretto svolgersi della movida e contrastare lo spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti.

Controlli, che hanno portato, nel tardo pomeriggio di ieri, all’arresto per il reato di evasione dai domiciliari, eseguito da parte dei militari dell’Aliquota Radiomobile, di Emilijan Korreshi, albanese, di 24 anni, già arrestato dai Carabinieri a fine ottobre per detenzione di diversi chili di marijuana. Il giovane, con un borsone pieno di abiti già pronto a darsi alla fuga verso altri lidi, al fine evitare di scontare la pena in Italia, è stato colto di sorpresa e fermato, fuori casa, nella centralissima Piazza Italia. Al termine delle formalità di rito è stato accompagnato presso la casa circondariale di Ragusa.  

Gli altri due arresti sono stati eseguiti dai carabinieri, sempre nel territorio sciclitano, in contrada Spinazza a Donnalucata. Dopo le perquisizioni effettuate degli uomini dell’Arma, dalle prime luci dell’alba, sono scattate le manette a due soggetti di origine tunisina: Ben Naouara Hichem, di 33 anni, e Fekih Anis, di 30 anni, entrambi già noti alle forze dell’ordine. Ad insospettire i carabinieri il vivace andirivieni dall’abitazione dei due tunisini, all’interno della quale i due giovani venivano attentamente perquisiti e trovati in possesso di due panetti di hashish per complessivi 160 grammi, ed un coltello per il taglio intriso di stupefacente. La droga già pronta per lo spaccio avrebbe fruttato circa 1000 euro immessa sul mercato della cittadina iblea. Al termine delle operazioni i due sono stati arrestati e posti a disposizione del P.M. di turno della Procura di Ragusa agli arresti domiciliari.