L’Agriblu Scicli sfiora la promozione in Serie A2

Il presidente Enrico Parisi Assenza: “Mancato quel pizzico di cinismo in più. Torniamo a casa a testa alta e con un bagaglio d'esperienza maggiore”

242
-Pubblicità-

PALLAMANO – Svanisce il sogno chiamato Serie A2 per la compagine sciclitana dell’Agriblu Scicli. Un finale amaro per gli uomini di mister Accardo dopo una stagione giocata ad altissimo livello. Lo Scicli si ferma solamente alle Final Four, svoltesi a Salerno, valevoli per la promozione nella serie superiore. Due le sconfitte rimediate nel corso dei play off che costano all’Agriblu Scicli il salto di categoria. Sono mancati cinismo e concretezza sotto porta all’Agriblu Scicli che esce dalle Final Four con due sconfitte arrivate al termine di due gare equilibrate, entrambe perse per una sola rete di scarto. Sono stati i padroni di casa dell’Handball Lanzara, squadra che alla fine si rivelerà la vincitrice deli play off e quindi promossa in Serie A2, gli avversari degli sciclitani nella prima gara delle Final Four. Una gara equilibrata nel corso della quale gli sciclitani non hanno di certo sfigurato contro i locali del Lanzara, chiudendo la prima frazione di gioco avanti sul 11-10. Ma giocare un ruolo chiave nella sconfitta sciclitana è stata la poca lucidità sotto porta con la quale l’Agriblu Scicli cestina in varie battute l’occasione di dare uno strappo decisivo al match. Ad approfittarne i salernitani del Lanzara che portano a casa la gara chiudendo sul 23-22. La sconfitta contro l’Handball Lanzana non taglia fuori dai giochi l’Agriblu Scicli, chiamata a giocarsi il tutto per tutto contro i marchigiani del Chiaravalle, giocata lo scorso sabato. L’Agriblu Scicli tiene testa al Chiaravalle in un match equilibrato come testimonia il punteggio della prima frazione di gioco: 11-11.
Ma per gli sciclitani fatali sono nuovamente fatali gli errori in fase realizzativa. Infatti l’Agriblu Scicli cestina in varie occasione la rete del +3 sugli avversari, permettendo al Chiaravalle, a soli dieci minuti dal termine, di portarsi in vantaggio sul 17-21. Negli ultimi cinque minuti di gara si assiste alla reazione d’orgoglio dello Scicli che ribalta il risultato (25-23). Ma per gli uomini di mister Accardo la situazione si complicherà ben presto. L’Agriblu si ritrovare a fare i conti con l’inferiorità numerica dovuta all’escusione del centravanti Mazzola. Il Chiaravalle, sfruttando la superiorità numerica, riesce, prima a pareggiare i conti, per poi ribaltare la situazione a proprio favore con la rete del 25-26.
Inutile dire il che siamo molto amareggiati per l’esito di questi Play Off –commenta presidente dell’Agriblu Scicli Enrico Parisi Assenza. Alla vigilia eravamo molto ottimisti perchè sapevamo di potercela giocare ad armi pari con le altre squadre e questo si evince dal campo, che ci ha visto perdere le due gare di un solo gol di scarto. In queste partite –aggiunge Parisi Assenza-, ogni singolo episodio può fare la differenza e a noi è mancato quel pizzico di cinismo in più, che serve a vincere in queste competizioni. Torniamo dunque a casa a testa alta e con un, comunque, bagaglio d’esperienza maggiore. Adesso –chiude Enrico Parisi Assenza- c’è da chiudere bene la stagione, con la COPPA SICILIA nei primi giorni di giugno e la tappa di Beach Handball il 24 giugno ”.