Forza Italia Giovani Scicli: “Turismo e giovani nelle nostre borgate? Vogliamo delle risposte”

Lo chiede in una nota il movimento forzista

534
-Pubblicità-

SCICLI – La situazione delle borgate sciclitane è oggetto d’intervento del movimento Forza Italia Giovani Scicli. A meno di un’ora dalla seduta consiliare in adunanza aperta, presso i locali del Centro d’incontro di Sampieri, il movimento forzista gioca d’anticipo mettendo in risalto lo stato delle frazioni rivierasche di Scicli, con un occhio di riguardo al turismo, alle attività ricreative e ai giovani. “Questa nostra preoccupazione –si legge nella nota di Forza Italia Giovani Scicli- è frutto della rapida quanto ammirevole ‘rinascita’ turistica e mondana di località limitrofe, quali Marina di Modica e Pozzallo”. Una rinascita da ricollegare “ad un’efficiente programmazione pubblica– spiega il movimento giovanile- ad opera delle rispettive Amministrazioni Comunali, con la collaborazione dei privati. Ad oggi le nostre frazioni rischiano seriamente lo svuotamento di giovani e turisti”. Forza Italia Scicli tiene a precisare che “questa non è una critica alla nostra Giunta, bensì un grido d’aiuto. Siamo pienamente consapevoli dei tempi di ristrettezza economica in cui viviamo, per questo non pretendiamo chissà quali interventi megagalattici. Ma riteniamo opportuno –prosegue la nota di FIGSche vi siano maggiori attività di carattere sportivo e di intrattenimento soprattutto per i giovani, correttamente distribuiti tra Donnalucata, Cava d’Aliga e Sampieri, che possano rianimare le suddette località, soprattutto le prime due”. Delle attività che, stando alla nota del movimento forzista, potrebbero “certamente portare flussi sia di turisti che di sciclitani, con il risultato di aumentare la vivibilità nelle nostre borgate anche nelle ore serali, oltre che positivi risvolti economici per le stesse”. In conclusione il movimento giovanile di Forza Italia Scicli chiede che “tramite una programmazione pubblica con la partecipazione dei privati, che ringraziamo per i grandi sforzi economici che mettono in campo per la Comunità, spesso, senza alcuna collaborazione dal Comune, si diano concrete ed immediate risposte alle Borgate e, soprattutto, a noi giovani. Non è accettabile –chiude la nota- che in altri Comuni si riescano ad organizzare eventi, anche molto grandi, mentre, nelle nostre borgate, ogni via sembra preclusa”.