Scicli, Madonna delle Milizie 2018: religione, folklore, gusto ed eventi

Stamani conferenza di presentazione a palazzo Spadaro

1102
Nella foto da sx: Germano Martorana, Alessandro Sparacino, il vicesindaco Caterina Riccotti e Giuseppe Savà
-Pubblicità-

SCICLI – Si comincia già a respirare aria di festa in città per la festa delle Milizie. Pilastri portanti della festività rimangono folklore e tradizione. Due aspetti capaci di tutelare l’autenticità, mantenendo intatta, allo stesso tempo, la bellezza di una festa riconosciuta patrimonio immateriale dell’umanità. Numerose le novità preannunciate nel corso della conferenza stampa, tenutasi in tarda mattinata nella sala Falcone e Borsellino di palazzo Spadaro, dell’edizione 2018. Alla conferenza hanno preso parte il vicesindaco di Scicli, Caterina Riccotti, Alessandro Sparacino, Germano Martorana e il giornalista Peppe Savà.

Le redini della rappresentazione della rievocazione storica del fatto d’armi dell’anno 1091, tra Normanni e Saraceni, sono state affidate all’attore modicano Alessandro Sparacino. Sarà la cura dei dettagli e l’inserimento di alcune novità i punti chiavi della regia ‘Sparacino’, volte sia ad accrescere la genuinità che al mantenimento dello stampo ‘popolare’ della rappresentazione. A vestire i panni del Conte Ruggero sarà Germano Martorana. Il programma relativo ai festeggiamenti in onore della patrona della città Scicli, come dichiarato dal vicesindaco Riccotti, partirà già da domani.

Numerosi gli eventi collaterali che animeranno per quattro giorni la città barocca. Tra gli eventi di spicco la “Cittadella Medievale del Gusto e del Commercio” che sarà inaugurata nel pomeriggio di domani. La tradizionale processione del venerdì pomeriggio del simulacro della madonna delle Milizie sarà accompagnata dalla sagra della ‘Testa di Turco’ con il gemellaggio alimentare folkloristico internazionale “Marocco-Italia”. Il sabato, come di consueto, si entrerà nel cuore dei festeggiamenti con la rievocazione storica del fatto d’armi dell’anno 1091 tra Normanni e Saraceni. L’apparizione della Madonna a Cavallo sarà preceduta dal Gran Corteo Storico Medievale Delle Milizie Scicli. Nel post Milizie spazio ai giovani con la Giornata dell’Arte’ a cura degli studenti del ‘Q. Cataudella di Scicli’. In Piazza Italia si ballerà prima a ritmo di taranta con gli ‘Ariacorte’. Dopo il gruppo salentino seguirà “dj set Dj Delta”. Nel pomeriggio di domenica alcuni ragazzi del ‘Cataudella’ esprimeranno la propria arte disegnando, dipingendo ed esibendosi in spettacoli musicali. Seguirà la ‘Grande Orchestra di Fiati Città Di Scicli’, con lo spettacolo dal titolo “da Carlos Santana Ennio Morricone con Un Amore così Grande”.