Tra fusioni (mancate) e speranza di ‘Promozione’, Peppe Arrabito racconta la storia dell’Atletico Scicli

Ospitiamo un comunicato stampa della società azzurro-cremisi

893
Il presidente Peppe Arrabito
-Pubblicità-

SCICLI – Premetto che la mia Società è stata fondata nel settembre del 2002 con lo scopo di organizzare eventi sportivi e soprattutto di formare una squadra di calcio con ragazzi esclusivamente locali che magari non trovavano spazi nell’U.P.D. Scicli, la principale squadra che rappresentava la nostra città di Scicli, in un campionato di promozione dove militavano giocatori di una certa esperienza e tanti di fuori Scicli. Iniziai nel campionato di calcio di 3° Categoria nell’anno 2002. Nel 2005 ci fu un tentativo di fusione, oltre le due società sciclitane attuali c’erano pure altre società di Scicli ed il sottoscritto era il primo ad intraprendere questa scelta soprattutto per poter iniziare un progetto di grande importanza per la nostra città di Scicli partendo dal settore giovanile fino a formare una Juniores Regionale e due squadre sciclitane ( ma partecipando in due diversi campionati ) con l’intenzione di passaggi dei ragazzi a secondo della loro capacità nell’una o nell’altra squadra, con l’intenzione di poter raggiungere in pochi anni un campionato di eccellenza. Questo non è stato possibile perché tutti volevano una prima squadra ed un proprio settore giovanile ( io ero allora senza settore giovanile e senza ambizioni di nessun genere, avevo solo partecipato a 3 campionati provinciali di 3° Categoria ). Oggi mi ritrovo dopo 15 anni con tanti miei sacrifici ( ma un grazie va attribuito ai numerosi sponsor che mi hanno sempre sostenuto) (da solo tutto questo non era mai possibile realizzarlo ) ad aver formato oltre una prima squadra ( composta di tutti ragazzi sciclitani ) un completo settore giovanile ( partecipando per la prima volta in questa stagione che va a concludersi tra pochi giorni ) in tutte le categorie. La proposta nata dalla fusione di entrambe le società è stata quella di formare un unico settore giovanile a nome della società Per Scicli ed una prima squadra a nome della società Atletico Scicli. Una Fusione tra due società deve essere fatta in tutto dal settore giovanile alla prima squadra. Io come presidente non ho ritenuto di accettare tale proposta in quanto l’obiettivo principale per la mia società è già iniziato già dalla scorsa stagione sportiva e si fonda sulla consapevolezza, sulla necessità e sulla concreta volontà di assurgere a prima squadra di Scicli e punto di riferimento principale per il movimento calcistico cittadino. Tale obiettivo è raggiungibile solo con uno sforzo organizzativo senza precedenti per il quale la società si è dotata di un settore giovanile. L’ambizione è quella di diventare un modello per quanti si vogliono avvicinare al calcio in ambito cittadino. Al fine di raggiungere questo traguardo la società si è dotata di un apparato di tecnici e di professionalità tali da aumentare l’appeal della prima squadra ed attrarre l’interesse di giovani calciatori. Dovendo fare calcio a Scicli e per la nostra città e dovendo affidarsi alle capacità di giovani locali emergenti, l’attenzione sui giovani è imprescindibile. Il progetto in esame affonda le sue radici nella intenzione di implementare il settore giovanile, accrescendo il numero dei fruitori della scuola calcio e la professionalità e l’esperienza dei maestri, per poter dare una continuità a quei ragazzi che iniziano dai primi calci e poi possano raggiungere quell’obiettivo calcistico importante per loro quale la prima squadra con la possibilità anche di poter chiedere il passaggio ad altre squadre senza nessun impedimento da parte della sottoscritta società che fino alla scorsa stagione è stata succube di iniziative economiche per il passaggio di atleti fuoriquota che non avendo in passato un proprio settore giovanile la mia società ha dovuto sottostare per anni. Credo che una squadra che arrivi ad un traguardo storico come una finale play off ( miglior difesa e squadra più disciplinata del girone ) non è poco; sicuramente i campionati si vincono in campo ma sicuramente non saremo gli unici a Scicli ad intraprendere queste eventuali scorciatoie, se non sbaglio. Questa squadra ha tutte le potenzialità di poter accedere ad un campionato di Promozione, e se ci saranno tutti i presupposti farò il massimo perché tutto ciò accada, per dare un premio a tutti i ragazzi per aver disputato una stagione oltre le previsioni ed alla nostra città di Scicli, ringraziando di vero cuore il Sindaco insieme alla Giunta Comunale, che si stanno impegnando per rendere l’impianto sportivo comunale “ Ciccio Scapellato “ agibile.

Il Presidente dell’A.S.D. Atletico Scicli Giuseppe Arrabito