Porticciolo Donnalucata: rimozione delle alghe completata. Si attende ora l’ok per rimuovere la sabbia

Viviana Pitrolo: “Il Comune ha fatto ciò che è nelle sue competenze di legge, attendiamo le azioni risolutive da parte del Libero Consorzio di Ragusa”

258
-Pubblicità-

SCICLI – Il primo step che porta verso la completa praticabilità del porticciolo di Donnalucata è stato completato. E’ notizia dell’ultima ora che le operazioni legate alla rimozione delle alghe sono state eseguite con successo. Nonostante ciò la diga foranea donnalucatese continua ad essere non navigabile, e quindi non accessibili alle piccole imbarcazioni locali, per via dell’insabbiamento.

Nella foto Viviana Pitrolo

Da Palazzo di Città l’assessore Viviana Pitrolo informa che “il Comune ha fatto ciò che è nelle sue competenze di legge. Per quanto riguarda la rimozione della sabbia, la palla ora passa al Libero Consorzio di Ragusa. “Siamo infatti in attesa dell’autorizzazione da parte del Demanio Marittimo dichiara l’assessore Pitrolo– cui seguirà un’ordinanza da parte della Capitaneria di Porto di Pozzallo. Purtroppo, tale genere di intervento è consentito ancora per pochi giorni e comunque prima che inizi la stagione estiva, ragion per cui –aggiunge Pitrolo- l’Amministrazione comunale invita gli enti competenti al rilascio delle autorizzazioni a fare presto, affinché la diga foranea venga dragata prima dell’estate e permettere così alla comunità dei pescatori donnalucatesi a potere svolgere la propria attività oltre a consentire –conclude Viviana Pitrolo- ai diportisti locali di usufruire in sicurezza del piccolo bacino portuale di Donnalucata per la sosta delle proprie imbarcazioni”.Intanto nella giornata di oggi si è tenuto un incontro tra la Cooperativa di pescatori di Donnalucata e l’Amministrazione comunale. Un’occasione, durante la quale, è stato fatto un sostanziale riepilogo circa la situazione del porticciolo di Donnalucata.La preoccupazione comune –riporta una nota stampa del comune- è che vane sono state finora le attività svolte dal comune di Scicli di rimozione delle alghe, che sicuramente hanno costituito uno sforzo burocratico, logistico ed economico, se nell’immediato non si procederà con le lavorazioni per la rimozione della sabbia”.