Scicli, la commissione “Affari Istituzionali e Generali” conclude i lavori di adeguamento dello Statuto comunale

L'approvazione definitiva spetta al Consiglio comunale

173
Nella foto Guglielmo Scimonello
-Pubblicità-

SCICLI -La Prima Commissione “Affari Istituzionali e Generali” del Comune di Scicli, presieduta da Guglielmo Scimonello e  composta da Rita Trovato, Giorgio Vindigni, Consuelo Pacetto, Concetta Morana, ha ultimato i lavori di adeguamento dello Statuto comunale alla normativa regionale. Un lavoro importante quello  ella I^ Commissione Consiliare, svolto con impegno che ha ricercato durante la fase di operatività dei lavori statutari, non solo gli approfondimenti per il monitoraggio dell’attuazione, della congruità rispetto alle normative vigenti, ma anche un controllo continuo per offrire una lettura giuridicamente lineare, univoca e trasparente, al fine di evitare controversie tra i Gruppi consiliari. La I ^ Commissione “Affari Istituzionali e Generali”, una volta concluso il mandato, non ha lesinato energie per sollecitare l’iter procedurale che porterà alla deliberazione dell’atto statutario in sede di Consiglio. Per di più, nei giorni scorsi, il Presidente Guglielmo Scimonello, ha convocato la Commissione, in cui si richiedeva la presenza del Segretario Generale, Cinzia Gambino, per richiamare l’attenzione sull’iter procedimentale statutario, decisamente elaborato e, quindi, con tempi di attuazione un po’ lunghi. Durante l’audizione è stata la dr.ssa Cinzia Gambino, ad informare l’organo consiliare sugli stadi procedimentali che prevedono, in primis il parere di congruità del Capo settore, in secundis lo schema dello Statuto da approvare in Giunta, in terzis l’atto statutario da portare in Consiglio per l’approvazione definitiva. “Abbiamo concepito un lavoro di grande spessore – dichiara il Presidente Scimonello – per adeguare la Carta fondamentale nella vita della Città, per dare slancio all’attività dell’amministrazione e, per avviare con decisione il Comune e il Consiglio Comunale di Scicli sulla strada della innovazione e della efficienza. Consentitemi, infine, una chiosa: trovo infondate ed io molto gentilmente li rispedisco al mittente, le critiche assolutamente gratuite che sono piovute addosso alla I^ Commissione da qualche utente su un social  in merito al ritardo dell’atto e del suo approdo in Consiglio comunale. Si rende noto – conclude Scimonello – che, i lavori di adeguamento allo Statuto comunale sono stati ultimati dalla Commissione in soli 4/5 mesi di attività (dal 21 settembre 2017 al 6 febbraio 2018), al termine di 14 riunioni. Un record da “Guinnes dei primati” rispetto ad altri Comuni”.