La Libertas Olimpyc Scicli alza la Coppa Provinciale

I ragazzi di Gianni Mania battono 4 a 0 l’Or. Sa Ragusa

237
-Pubblicità-

CALCIO – La Libertas Olimpyc Scicli torna a casa con la Coppa di Campione Provinciale. Fantastico successo per i giovani sciclitnani che conquistano il titolo di campioni provinciale dopo la finale disputatasi, la settimana scorsa, al Kennedy di Santa Croce Camerina. I ragazzi di Gianni Mania hanno alzato la Coppa di Campione Provinciale, dedicata alla memoria di Giovanni Paolillo, dopo aver battuto per 4-0 i pari età dell’Or. Sa Ragusa. La squadra di Mania è entrata subito in partita senza concedere occasioni ai ragusani, chiudendo il primo tempo in vantaggio per 2-0. Nella ripresa la reazione dei ragazzi ragusani è stata flebile e così gli azzurri sciclitani hanno segnato al tre due reti. Ottima la prova dei ragazzi della Libertas Olimpyc Scicli in paricolare spicca la prestazione di Francesco Causarano autore di una doppietta. Le altre due reti sono state segnate da Christian Giannì e Gaetano Trovato. Questi i ragazzi che sono stati protagonisti nel campionato provinciale “giovanissimi”: Gabriele Fidone, Francesco Causarano, Christian Giannì, Gaetano Trovato, Antonio Statello, Nicolò Bongiardina, Bruno Garibaldi, Giovanni Drago, Guglielmo Nigro, Enrico Causarano, Martin Puccia, Andrea Di Raimondo, Mattia Carbone, Leandro Scimonello, Christian Pellegrino, Fabrizio Calabrese, Antonio Nigro, Marco Migliore, Ruslan Shitov e Ignazio Di Rosa. L’allenatore Gianni Mania si è dimostrato molto soddisfatto per il prestigioso risultato ottenuto che va a premiare tutte le fatiche di un intero anno. Per la società sciclitana si tratta del secondo successo consecutivo ottenuto. Alla cerimonia della premiazione era presente il Comitato Figc di Ragusa, con in testa il Presidente Claudio La Mattina, il quale ha espresso soddisfazione per i risultati. “Questo –commenta nel post finale Claudio La Mattina- è il fiore all’occhiello del lavoro che abbiamo attuato da due stagioni a queste parti. In questi due anni non si sono registrati incidenti. Tutto ciò –conclude La Mattina- assieme ai più stretti collaboratori ci da la forza di andare avanti”.