Calcio a 5, in campo solo donne a contendersi l’ambito torneo CSEN Scicli

Tiziana Maggio: "E' stata una grande festa per il calcio femminile"

526
Nella foto Resi Iurato (Casa delle Donne) e Stefania Vilardo (Pres. Avis Scicli)
-Pubblicità-

SCICLI – Calcio a 5 e a 6 tutto al femminile con il torneo CSEN Scicli che si è svolto nella giornata di ieri nell’impianto sportivo di contrada Zagarone. La manifestazione è stata organizzata dall’infaticabile Tiziana Maggio (Rappresentante regionale CSEN calcio femminile) che da una vita si occupa di calcio femminile nel territorio. Al torneo hanno partecipato sette squadre provenienti da varie parti della Sicilia.

Nella foto la squadra femminile Avis Scicli

Ogni squadra indossava magliette con colori diversi di sponsor locali, che con grande entusiasmo hanno contribuito alla iniziativa. Montallegro Butterflies AG, -sponsor AVIS Scicli; S.Lorenzo ME sponsor ‘Le signorine BB Cava d’Aliga’; Pro Melara SR sponsor A G pasticceria; Enna sponsor Candiano Cremeria; Alpusallus Pozzallo sponsor ‘A Funtana’; Bruffalori Scicli sponsor Ellepi gioielleria. Infine, una rappresentativa di ragazze che giocano nella squadra di vittoria e Ragusa di calcio a 5 è stata sponsorizzata ‘Quore matto’. “La qualità tecnica espressa-spiega Tiziana Maggio- è stata notevole. Partite molto equilibrate , con molto Fair play in campo. E’ stata una bella esperienza sia per me che per le squadre partecipanti”. Al primo posto si è classificata l’AG pasticceria composta da ragazze che hanno vinto il campionato regionale Sicilia Figc e vanno alla serie A2. Al secondo posto Candiano Cremeria, al terzo posto Le Signorine al quarto posto ‘Quore Matto’. Migliore giocatrice è risultata essere Arinelle della Monteallegro AG sponsorizzata dall’AVIS Scicli. Capocannoniere è stata Frunò della Candiano Cremeria. Miglior portiere Scossone della Monteallegro. “Il Torneo è nato dall’idea- aggiunge Tiziana Maggio- di Valorizzare il calcio femminile, così poco conosciuto e seguito. Evento importante quest ‘anno la collaborazione di Avis e Casa delle donne”.