“Aprire al pubblico le grotte di Chiafura”

Lo chiede 'Scicli Democratica del PD'

916
-Pubblicità-

SCICLI – Parco di Chiafura off limits? A sentire il presidente di “Scicli Democratica” del Pd, Salvo Di Maria, sembrerebbe proprio di si. L’esponente del Pd chiede di aprire al pubblico le grotte di Chiafura ed i siti culturali. In una nota Di Maria scrive che “con rammarico registra la persistente inaccessibilità, per i turisti e per quanti vengono a visitare la città del Parco di Chiafura e delle sue grotte”. Di Maria aggiunge: “Dopo l’attività di scerbatura dell’estate scorsa, in occasione della presentazione di un libro del Sig. Pietro Sudano, infatti, null’altro è stato fatto in questi mesi per garantire la fruizione stabile di almeno una parte del complesso di grotte che si affacciano sulla città. Dovrebbe essere impegno prioritario dell’Amministrazione Comunale garantire la fruizione delle grotte all’accesso pubblico”. ‘Scicli Democratica’ non si ferma alla semplice denuncia, va oltre. L’amministrazione comunale viene invitata a riprendere il progetto di fruizione del primo livello delle grotte che giace a palazzo di città sin dal 2013, e al quale alcune associazioni private hanno dato disponibilità a collaborare. Il circolo ‘Scicli Democratica’ chiede agli amministratori “uno sforzo supplementare per velocizzare l’apertura degli altri siti culturali del centro cittadino (Palazzo Spadaro, Stanza del Sindaco, Ufficio del Commissario Montalbano e Chiesa di Santa Teresa) che, ad oggi, i visitatori continuano a trovare chiusi e per i quali è ancora in itinere la procedura di affidamento ad evidenza pubblica”.