Scicli e il Val di Noto nel Meeting delle Associazioni Europee del Patrimonio Mondiale Unesco

Il 19 ottobre delegati da tutto il mondo in visita a Scicli

517
Nella foto il vicesindaco Caterina Riccotti durante l'incontro di ieri tenutosi a Noto
-Pubblicità-

SCICLI – Il Val di Noto apre le porte al IV Meeting delle Associazioni Europee del Patrimonio Mondiale in programma il 18 e 19 ottobre prossimo. Il Meeting è organizzato e promosso dall’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale in collaborazione con il network delle omologhe Associazioni europee che, dal 2015, lavora alla formulazione di politiche condivise fra gli Enti Gestori dei beni del Patrimonio Mondiale di tutta Europa. Un incontro organizzativo si è tenuto ieri a Noto, su invito del sindaco Corrado Bonfanti, cui ha partecipato, in rappresentanza della giunta Giannone, il vicesindaco Caterina RiccottiIl 19 ottobre prossimo delegati da tutta Europa e anche oltre saranno in visita a Scicli. L’edizione italiana dell’annuale incontro plenario – IV Meeting of European World Heritage Associations di Noto – verterà sul tema della comunicazione, fondamentale strumento di veicolazione del valore del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO nonché mezzo imprescindibile per la creazione, implementazione e diffusione di buone prassi nell’ambito della cultura. La manifestazione si snoderà in diversi momenti: tavole rotonde di studio dedicate ai tecnici e site managers del siti Patrimonio Mondiale, visite guidate, una lectio magistralis tenuta da Rudy Bandiera – TedEx Speaker ed esperto internazionale di innovazione e comunicazione, interventi di giornalisti e rappresentanti istituzionali dei siti del Patrimonio Mondiale italiani e stranieri. Tutti gli eventi saranno ospitati nel magnifico scenario di Noto e delle altre città Tardo Barocche del Val di Noto, inserite nella World Heritage List dell’UNESCO dal 2002, partendo dal Teatro “T. Di Lorenzo” -che ospiterà l’apertura dei lavori e i momenti istituzionali, fino a Palazzo Nicolaci e alla Loggia del Mercato, palcoscenico rispettivamente della cena di Gala per gli ospiti internazionali e della festa di chiusura del meeting, che coinvolgerà il territorio fra gusto e cultura. La mattina di venerdì 19 ottobre le delegazioni conosceranno il modello di valorizzazione dei beni culturali creato a Scicli. Il IV Meeting delle Associazioni Europee del Patrimonio Mondiale è inserito nell’Agenda del Mibac per l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale, data la sua rilevanza nella costruzione del riconoscimento dell’identità europea in materia di cultura e Patrimonio Mondiale. Alla presenza del dottor Guido Meli, referente del Dipartimento BB. CC. e I.S. per la Legge 77/2006, è stato inoltre affrontato, nel corso della riunione netina, il tema della progettazione delle azioni per impegnare il milione di euro di finanziamento ottenuto dal Distretto del Sudest. Scicli si conferma, insieme a Noto, avanguardia nelle politiche culturali di sistema, sostenibili, e di governance.