Scicli, maltempo: dopo la conta dei danni fissati i lavori di somma urgenza

Individuate alcune infrastrutture di primaria importanza da sottoporre a intervento

912
-Pubblicità-

SCICLI – Ammontano a quasi due milioni di euro i danni causati dal maltempo che, lo scorso 14 e 15 ottobre, si è abbattuto sul territorio sciclitano. Il Settore Lavori Pubblici in collaborazione con la Protezione Civile, in accordo con l’Amministrazione Comunale, ha individuato alcune infrastrutture di primaria importanza da sottoporre a urgenti lavori di ripristino e di messa in sicurezza. “Si sta intervenendo –precisa il Comune- per la messa in sicurezza e il ripristino del sistema di raccolta acque della ex discarica di San Biagio, per la sistemazione della stradella di attraversamento del guado del torrente Modica-Scicli che conduce al Cimitero Cittadino e per la messa in sicurezza del sistema di adduzione delle acque di rete a servizio della zona, per il ripristino e la messa in sicurezza del greto e degli argini del torrente Santa Maria La Nova in prossimità del torrente San Guglielmo, e la riconfigurazione del basamento del ponte canale fognario in c.da Lodderi. Sono in corso di svolgimento –chiude la nota- numerosi interventi al fine ricondurre a una situazione di normalità tutto il territorio. Ingenti i danni valutati, per cui è stato richiesto al Dipartimento Regionale di protezione Civile un risarcimento di circa due milioni di euro”.