“A Scicli cartelle pazze e…”

Intervento degli otto consiglieri di opposizione

298
-Pubblicità-

SCICLI – Tasse e tributi a Scicli, si registra un intervento degli otto consiglieri di opposizione. “I cittadini di Scicli in questi giorni –si legge in una loro nota, sono destinatari di inviti di pagamento da parte della Soget SpA atte al recupero di crediti vantati dal Comune di Scicli. Dalle notizie in nostro possesso, la Soget SpA pare essere in una posizione di irregolarità e quindi di non legittimità nella richiesta di tali adempimenti”. I consiglieri di opposizione hanno inviato una corposa documentazione a tutti gli Enti preposti alla vigilanza, affinché si abbiano provvedimenti e pareri qualificati sulla questione denunciata. “Resta oscuro il principio giuridico secondo il quale il comune di Scicli ha prorogato -continuano i Consiglieri-, con una procedura che probabilmente risulterà illegittima, il servizio di riscossione alla Soget SpA, essendo oramai scaduto, da ben oltre cinque anni il contratto  originariamente intervenuto tra le parti, come altrettanto inspiegabile, risultano le notifiche di conseguenti avvisi e pignoramenti”. Secondo i consiglieri di opposizione “gli uffici comunali –settore entrate e finanze- sotto direttive dell’ Assessore  di competenza Giorgio Vindigni, stanno continuando imperterriti ad attuare un gioco al massacro nei confronti dei contribuenti sciclitani”. La forza di opposizione ribadisce la legittimità dell’Ente nel riscuotere quanto dovuto, ma condananno “fortemente le modalità con cui la riscossione medesima viene effettuata”.